Get Adobe Flash player

13 – 08 – 2017 Domenica XIX T.O.a

San Paolo scrive ai Fratelli in Cristo: “Vi dico la verità in Cristo, non mento.

Ho nel cuore un grande dolore e una sofferenza continua:

Voi dite di essere Cristiani, di avere la gloria dei Figli di Dio, di frequentare la Messa, il culto, di credere alle promesse di  Cristo”.

Così dite, così diciamo. Ma

Quale incontro e dialogo cerchiamo

quando il Signore passa vicino a noi?

Un vento impetuoso e gagliardo da spezzare le rocce?

Il Signore non è questo e non passa con questo vento.

Un dialogo come un terremoto?

Il Signore non ama questi incontri, né terremoti.

Un fuoco che bruci tutto il male?

Il Signore non ama soluzioni miracolistiche.

Possiamo avere solo un incontro come la voce tenue del silenzio.

Come Elia, copriamoci il volto, usciamo dai condizionamenti

ai quali sottoponiamo Dio; fermiamoci all’inizio di una nuova strada.

Gesù ci costringe, quasi, a salire sulla sua barca per precederlo su altre rive.

Lui, per noi, sul monte, in disparte, anche di notte, da solo … per noi a pregare.

E’ vero: la barca è agitata da onde; il vento ci è davvero contrario.

Vedendo Gesù che compie cose grandi per noi, almeno non rimaniamo sconvolti gridando dalla paura: «È un fantasma!».

Gesù, ugualmente, anche allora nel silenzio dice:

«Coraggio, sono io, non abbiate paura!».

La nostra fede, povera come quella di Pietro, esige spesso prove da Dio: «Signore, se sei tu, comandami di venire verso di te sulle acque».

Il Signore accoglie anche queste richieste e dice: «Vieni!».

Come risposta non corriamo, subito, da Gesù e poi, come Pietro, con scuse e paure, quasi incolpassimo Gesù delle nostre insicurezze, non gridiamo: «Signore, salvami!» …

Anche allora, subito, Gesù (quello della voce tenue del silenzio), tende la mano, ci afferra: «Uomo di poca fede, perché hai dubitato?».
Rimaniamo, ammirati, con gioia e speranza,

non per paura di punizioni ben meritate,

acclamiamo:                    «Davvero tu sei Figlio di Dio!».

 

Come Un Giornale – Estate 2017

 


CLICCA QUI PER VISUALIZZARE IL DOCUMENTO INTERO IN PDF