Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Area Giovani

l’Utopia certa di realizzare la Bellezza della Libertà della Gloria dei Figli di Dio.

Abbiamo iniziato da quattro anni un interessante cammino di fede

che abbiamo intitolato

Noi come cittadini, Noi come Popolo,

 

attraverso riunioni, preghiere, celebrazioni, iniziative varie.

Dopo questo, non abbiamo più bisogno dilatte: abbiamo necessità di Parola e di Pane.

Ci muova non solo il bisogno di osservare i X Comandamenti; siamo, ormai, quelli “di buona volontà”; abbiamo bisogno di “Pace”:  è la nostra esigenza.

Non la “Pace che dà il mondo”,

ma la “Pace” che viene dal gustare la Parola e il Pane;

quella Pace che fonda il Nuovo Popolo di Dio,

la Gente Santa e,

per mezzo della Pace,dono di Dio, una Pace Divina,

avere l’aspirazione, il Sogno realizzabile, la Speranza affidabile,

l’Utopia certa di realizzare

la Bellezza della Libertà della Gloria dei Figli di Dio.

Nel 2017, il tema della Festa era “Io ci sono contro il Bullismo”

Nel 2018, il tema è “Mamma e Papà, vi posso parlare stasera?”

Perché si trovano tante fotografie di genitori con bambini piccoli e tanto poche con bambini … cresciutelli?!

Come mai una domanda di questo genere al termine della Processione in onore alla Madonna del Carmelo?

Quale capacità di dialogo abbiamo con i nostri giovani?

E questo in Famiglia, nella Comunità Cristiana, nella Scuola?

 

Che Maria del Carmelo riprenda possesso dei luoghi e delle persone;

doni capacità, competenza ed energia

per ricostruire Bellezza dove si è persa;

per inventare e costruire Bellezza dove ancora non c’è,

per un Futuro degno di Dio e dell’Uomo.

Concerto di Maggio 2018

Clicca per ingrandire


19,20 e 21 Maggio 2018 (-30) ‘qualcosa cambierà’….

GrEst – Cerchiamo Adulti disposti ad AIUTARCI!!!!

8 Marzo 2018 – ore 16.30 – Aula Magna Scuola Primaria di Vetralla – P.zza Marconi ,37 – Vetralla

leggi locandina

Locandina convegno 8marzo2018

Mercoledì 10 gennaio, alle ore 18,00 Messa; alle 18,30 Riunione pastorale.

 

Sorge la necessità di una maggiore vitalità

non semplicemente di noi singole persone, come se non ci impegnassimo abbastanza nella diffusione della Parola di Dio,

ma del Popolo di Dio, di noi come Popolo di Dio.

Mercoledì 10 gennaio,

alle ore 18,00 Messa;

alle 18,30 Riunione pastorale.

 

Tema:  i programmi da realizzare in vista della Pasqua, della Festa della Madonna del Carmelo, di

 Noi  come cittadini, noi come Popolo”.

INSIEME

 

E’ bello, davvero, continuare questo impegno esaltante: anche in questo anno ci siamo impegnati, insieme, per collaborare con chi ha nel cuore mete educative.

Questo è il nostro «mestiere.

Come Cittadini e come Popolo

nella Città dell’Uomo,

«Vivere il Vangelo»

nella Città

rende gloriose

le attese e le speranze

dell’Uomo vero.

Stazione Carabinieri di Vetralla

Istituto Piazza Marconi

Istituto Andrea Scriattoli

A.S.L. Vetralla

Servizi Sociali

Parrocchia Ss. Filippo e Giacomo

aiutano ad essere Popolo

aiutano ad essere Cittadini

Come va questa «Storia»?!

  • Le esigenze di una «Vita Adulta» dove sono?!
  • Gli Adulti «Vivono» solo quando si sentono costretti a partecipare in funzione dei figli?!
  • Le preoccupazioni economiche sommergono le preoccupazioni educative?!
  • La «Storia» deve essere una «Storia economica»

o una «Storia Educativa»?!

Come Cristiani pensiamo solo alla prima Comunione, al Catechismo, alla Cresima, ai figli … in funzione di quello che «tocca fa’»?!

  • Se l’impegno educativo degli Adulti è solo in funzione dei figli,
  • Si rende necessario un diverso

Coinvolgimento degli Adulti

nell’impegno educativo

 

Sabato 16 dicembre ore 17.30 ‘La Corale Vetrallese’ invita tutti al ‘Concerto di Natale’ presso la chiesa di S. Antonio Abate, P.zza ‘G. Marconi’ – Vetralla

PREMIAZIONE CONCORSO ‘Io ci sono: Contro il Bullismo e il Cyberbullismo; Insieme si può’

PREMIAZIONE CONCORSO
‘Io ci sono: Contro il Bullismo e il Cyberbullismo; Insieme si può’

Sabato 27 maggio, presso i locali della chiesa di S. Antonio Abate in Vetralla (VT), si è svolta la premiazione degli alunni delle classi che hanno partecipato al concorso:
‘Io ci sono: Contro il Bullismo e il Cyberbullismo; Insieme si può’.
Il concorso, promosso dalla Parrocchia dei Ss. Filippo e Giacomo * di Vetralla in collaborazione con gli istituti comprensivi “Piazza Marconi” * e “Andrea Scriattoli” * di Vetralla, ha registrato la partecipazione di 26 classi tra scuola Primaria e Secondaria di I° grado.

I lavori proposti alla giuria, presieduta dalla Dott.ssa Francesca De Rinaldis, sono stati molti e tutti originali nella elaborazione video-grafica e poetica del messaggio contro il fenomeno del Bullismo che ,con l’avvento delle nuove tecnologie d’informazione , in particolare gli smartphones e i social-media , sta assumendo una nuova e ‘virale’ forma detta appunto ‘CyberBullismo’.

Il premio , in denaro, di 125 € c/a da utilizzare per l’acquisto di materiale didattico, è stato assegnato alle seguenti classi:
SCUOLA PRIMARIA ‘PIAZZA MARCONI’ – VETRALLA
1° CLASSIFICATA CATEGORIA “TESTI” – CLASSE 3° C
1° CLASSIFICATA CATEGORIA “DISEGNI” – CLASSE 2° C
SCUOLA PRIMARIA ‘PIAZZA MARCONI’ – CURA
1° CLASSIFICATA CATEGORIA “DISEGNI” – CLASSE 3° A
SCUOLA SECONDARIA DI I° GRADO ‘ANDREA SCRIATTOLI’ – VETRALLA
1° CLASSIFICATA CATEGORIA “VIDEO” – CLASSE 2° E
1° CLASSIFICATA CATEGORIA “TESTI-POESIA” – CLASSE 1° C
1° CLASSIFICATA CATEGORIA “DISEGNI” – CLASSE 1° A

Alla premiazione, coordinata dal prof. Adelmo Frateiacci, sono intervenuti, oltre agli alunni ed ai docenti rappresentanti le classi in concorso:
Il parroco don Lamberto Di Francesco, i DS degli istituti coinvolti, Dott.ssa Elisa Maria Aquilani e il Dott. Roberto Santoni, la Dott.ssa Francesca De Rinaldis presidente della giuria, il Mar.llo Boris Marando.
Rivolgiamo infine un particolare ringraziamento per il prezioso supporto professionale alla Dott.ssa Francesca De Rinaldis , al personale della Caserma dei Carabinieri *, nella persona del Mar.llo Adriano Marzi, alla ASL VT4 *, nella persona del Dott. Vincenzo DI Gemma ed a tutti i ragazzi ,genitori, docenti e cittadini che hanno partecipato con entusiasmo alla manifestazione.
Arrivederci alla prossima edizione !

* La Comunità Educante

BLUE WHALE – CONSIGLI AI GENITORI ED AI RAGAZZI SUL ‘blue whale challenge’

Blu whale  (pdf) leggi il pdf

 

22.05.2017
BLUE WHALE – CONSIGLI

Il Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni sta coordinando gli interventi attivati a seguito delle numerose segnalazioni pervenute ed in trattazione degli Uffici territoriali della Polizia Postale al fine di individuare la presenza di eventuali soggetti che si dedicano ad indurre minorenni ad atti di autolesionismo ed al suicidio attraverso l’uso di canali social e app ovvero di intercettare fenomeni di emulazione nei quali pericolosamente possono incorrere i più giovani in Rete in preda alle mode del momento o guidati da un’improvvida fragilità magari condivisa con un gruppo di coetanei.
Stiamo parlando del blue whale challenge, una discussa pratica che sembrerebbe provenire dalla Russia che viene proposta come una sfida in cui un così detto “curatore” manipola la volontà e suggestiona i ragazzi sino ad indurli, attraverso una serie di 50 azioni, al suicidio.
CONSIGLI PRATICI PER I GENITORI:
• Il Blue Whale è una pratica che può suggestionare i ragazzi ed indurli progressivamente a compiere atti di autolesionismo, azioni pericolose (sporgersi da palazzi, cornicioni, finestre etc) sino ad arrivare al suicidio. Questa suggestione può essere operata dalla volontà di un adulto che aggancia via web e induce la vittima alla progressione nelle 50 tappe della pratica oppure da gruppi whatsapp o sui social nei quali i ragazzi si confrontano sulle varie tappe, si fomentano reciprocamente, si incitano a progredire nelle azioni pericolose previste dalla pratica, mantenendo gli adulti significativi ostinatamente all’oscuro.
• Aumentate il dialogo sui temi della sicurezza in rete: parlate con i ragazzi di quello che i media dicono e cercate di far esprimere loro un’opinione su questo fenomeno;
• Prestate attenzione a cambiamenti repentini di rendimento scolastico, socializzazione, ritmo sonno veglia: alcuni passi prevedono di autoinfliggersi ferite, di svegliarsi alle 4,20 del mattino per vedere video horror, ascoltare musica triste.
• Se avete il sospetto che vostro/a figlio/a frequenti spazi web sulla Balena Blu-Blue Whale parlatene senza esprimere giudizi, senza drammatizzare né sminuire: può capitare che quello che agli adulti sembra “roba da ragazzi” per i ragazzi sia determinante;
Se vostro/a figlio/a vi racconta che c’è qualche compagno/a che partecipa alla sfida Balena Blue-Blue-Whale, non esitate a comunicarlo ai genitori del ragazzo se avete un rapporto confidenziale, o alla scuola se non conoscete la famiglia; se non siete in grado di identificare con certezza il/la ragazzo/a in pericolo recatevi presso un ufficio di Polizia o segnalate i fatti a www.commissariatodips.it.
AI RAGAZZI:
• Nessuna sfida con uno sconosciuto può mettere in discussione il valore della tua vita: segnala chi cerca di indurti a farti del male, a compiere autolesionismo, ad uccidere animali, a rinunciare alla vita su www.commissariatodips.it;
• Ricorda che anche se ti sei lasciato convincere a compiere alcuni passi della pratica Blue Whale non sei obbligato a proseguire: parlane con qualcuno, chiedi aiuto, chi ti chiede ulteriori prove cerca solo di dimostrare che ha potere su di te;
• Se conosci un coetaneo che dice di essere una balena Blu-blue whale parlane con un adulto: potrebbe essere vittima di una manipolazione psicologica e il tuo aiuto potrebbe farlo uscire dalla solitudine e dalla sofferenza;
• Se qualcuno ti ha detto di essere un “curatore” per la sfida Blue Whales-Balena Blu sappi che potrebbe averlo proposto ad altri bambini e ragazzi: parlane con qualcuno di cui ti fidi e segnala subito chi cerca di manipolare e indurre dolore e sofferenza ai più piccoli a www.commissariatodips.it;
• Se sei stato aggiunto a gruppi whatsapp, Facebook, Istagram, Twitter o altri social che parlano delle azioni della Balena Blu-Blue Whale parlane con i tuoi genitori o segnalalo subito su www.commissariatodips.it.

Domani sera, 17 maggio 2017, alle ore 18,30 – ‘Vetralla ai suoi Eroi’

Domani sera, 17 maggio 2017, alle ore 18,30 (S. Messa alle ore 18,00) in ricorrenza della Inaugurazione del Monumento ai Caduti, della Scuola Elementare, di Piazza XX Settembre (oggi Piazza G. Marconi,  nella chiesa S. Antonio Abate (la chiesa parrocchiale) in piazza G. Marconi terremo una Commemorazione .

 

Per l’occasione pubblicheremo due fascicoli :

                Vetralla ai suoi Eroi (Un libretto che fu scritto per l’occasione nel 1825)

Onorare un grande artista: Pietro Canonica

 

La celebrazione si svolgerà secondo il seguente schema e vedrà la partecipazione della Corale Vetrallese:

 

Presentazione

Gli Olivatori di Vetralla

               

                Proiezione e

nella Proiezione:

                               Le Pubblicazioni (Vetralla ai suoi eroi Onorare un grande artista – di Alfredo Moretti

                               Interventi:        

                                                              Adelmo Frateiacci

                                                               Aldemira Bacocco

                                                               Giancarlo  Bizzarri

                                                               Mario Costantini

La Canzone del Piave

Magna luva

In che sere

Preghiera:          Signore delle  Cime

 

Con la speranza di trovarci insieme,

 

Per il Comitato della Festa della Madonna del Carmelo, Portatori, Sorelle

Il Parroco

Di Francesco don Lamberto

 

“INSIEME” questo mese di maggio, questa VITA!

“INSIEME” questo mese di maggio, questa VITA!

 

Son migliaia di volte che celebriamo “prima Comunione” e il mondo in che stato si trova?!

In Siria anche oggi si celebra “prima Comunione”. Anche adesso stanno partendo barconi di poveri disgraziati che, credendo di fare la loro fortuna, vengono a realizzare la loro e la nostra desolazione. E si ha ancora miseria, morte del cuore.

E continuiamo a celebrare. Compiamo riti. Non celebriamo la Vita.

Eppure Gesù ha detto: “Io sono la Vita”.

Vuol dire non celebriamo davvero Gesù. Celebriamo soltanto un rito che ce lo ricorda.

Ma non ne fa MEMORIA. Lui è là e noi siamo qua! Non siamo ancora INSIEME!

Se noi ne facessimo davvero MEMORIA, renderemmo presente nella Vita Gesù Cristo e INSIEME a Gesù Cristo, cambieremmo la Vita.

No! Noi stiamo aspettando che lo faccia LUI.

E sfidiamo Dio: “Se fosse veramente buono, non dovrebbe permettere queste cose!”

Quante volte lo abbiamo detto?

Ma Lui lo farebbe se noi lo facessimo:

Se noi fossimo INSIEME; con Lui, e tutti con lui, poiché Egli Ama!

Cari miei, noi generalmente siamo da un’altra parte. Occasionalmente siamo qui.

Bisogna prendere decisioni radicali. E bisogna prenderle INSIEME e costantemente.

Mercoledì insieme abbiamo celebrato la Vita; qui in piazza: Sacerdote, Direttore, Preside, Professori, Maestre, Catechiste, Carabinieri, Popolo di Dio, Ragazzi, molte persone.

Carissimi, stiamo formando una Vera Comunità Educante. E’ una cosa grande.

C’eri anche tu? Ma tu dove eri? Smettiamola di dire: “C’ho da fa’”!

Esserci, INSIEME, oggi  che è Pasqua. Oggi che è “otto giorni dopo”, “il giorno dopo”, “ogni giorno dopo giorno” … tutti i giorni.

E’ così che si celebra MEMORIA. E’ così che si trasforma la Vita. Anche se fisicamente sono altrove. I bambini hanno compreso cosa significa: Presenza FISICA o Presenza REALE.

Hanno capito che oggi Gesù è qui. Non ha presenza fisica, ma ha presenza reale.

Chiedo a me e a voi di non tradire questi bambini e la Memoria di Gesù Cristo.

Smetterla di celebrare prima Comunione e iniziare a celebrare la Festa. Ogni Festa.

Chi non sarà qui Domenica prossima avrà tradito Cristo e questi bambini, le nostre speranze, quelle della Siria, quelle dei barconi; avrà glorificato le speranze di chi, con la scusa dello “sviluppo”, sta annegando il “progresso”.

So perfettamente che non tutti potremo avere la “presenza fisica” qui domenica prossima.

Occasionalmente assenti, invece che occasionalmente presenti!

Cari miei,

celebriamo Insieme, celebriamo sempre, celebriamo realmente, facciamo Memoria.

Cominciamo a dire:          Senza la Domenica non possiamo vivere!

Quando e come faccio Memoria?

Quando ne sento e ne vedo gli effetti, quando la mia vita mi rende sereno, si trasforma. Prima vivevo in un modo, oggi vivo in un altro. La Fede in Gesù non è fatta di chiacchiere, ma di Feste Effettive. Efficaci. Trasformatrici: ecco fare Memoria; quando Gesù Cristo è qui; quando “noi siamo qui”. Non basta: “Io sono qui!”. E quando sono in casa, e sento che Gesù Cristo è con me. E quando sto a lavorare e sento che Gesù Cristo è con me.

3 Maggio 2017 ore 18.30 – Insieme costruiamo bellezza

Salva

Avviso – Prossimi impegni

Come un Giornale – Pasqua 2017

Come un Giornale Pasqua 2017

‘La Corale Vetrallese’ – PROGRAMMA Concerto Pasqua 2017

Scaricate il volantino con il Programma dei brani che verranno eseguiti

Corale Concerto Pasqua 2017 Depliant

 

Salva

Salva

Gli interventi dei relatori al convegno contro il ‘Bullismo e Cyberbullismo’

Dott. Vincenzo Di Gemma

———————————————————-

Dott.ssa Francecsa De Rinaldis

———————————————————-

Mar. Adriano Marzi Sta.CC Vetralla

———————————————————-

Mar. Giancarlo Ara Sta.CC Vetralla 1a parte

———————————————————-

Mar. Giancarlo Ara Sta.CC Vetralla 2a parte

———————————————————-

Sindaco Dr. Franco Coppari

———————————————————-

Dott. Roberto Santoni

———————————————————-

Dott.ssa Elisa Maria Aquilani

12-2-2017 Domenica VI T.O.a

2017-2-12 Domenica VI T.O.a

 Avvisi: In preparazione alla giornata del 2 Marzo ci piace, al termine della Messa, chiedere di rimanere qualche minuto per una comunicazione da parte del personale della Stazione dei Carabinieri di Vetralla.

Verranno anche distribuiti  volantini sugli aiuti che possono ricevere, soprattutto gli anziani, per le  truffe che subiscono.

A chi segue le E-Mail parrocchiali comunichiamo testi e immagini in allegato.

Prenotare benedizione pasquale delle famiglie

2 marzo Messa al mattino e al pomeriggio Sala ore 16,00

 

Oltre la Legge: vive l’Amore

Che ogni giornata inizi con un abbraccio:

il mondo andrà meglio.

Ma io vi dico”: (la Parola di Gesù è ben diversa dalla nostra)

Quasi un esame di coscienza:

Talvolta, sottoposti all’invidia e alla gelosia, ce la prendiamo con tutto e tutti. Ma  ricordiamo: il male non esiste per una fatalità. A nessuno il Signore ha comandato di essere empio  e a nessuno ha dato il permesso di peccare. 
Gesù dice: “non sono venuto per abolire la Legge o i Profeti; ma per portare a completezza e se la vostra giustizia supererà quella degli scribi e dei farisei entrerete nel regno dei cieli”.
Se, dunque, quando vieni a Messa ti ricordi che tuo fratello ha qualche cosa contro di te, lascia lì il tuo dono davanti all’altare e va’ prima a riconciliarti con il tuo fratello e poi torna ad offrire il tuo dono.

Impariamo a cominciare ogni giorno con un abbraccio:

la nostra vita sarà migliore.

Nel saluto della Pace, nella Messa, imprimiamo questa motivazione.

 

La parola di Dio rende ragione della gloria dei credenti:

Fratelli, cerchiamo la sapienza che Dio ha stabilito per la nostra gloria, non la sapienza di questo mondo. Il Signore ci aiuterà a giungere alla sua gloria.

Per la nostra gloria “Quelle cose che occhio non vide, né mai entrarono in cuore di uomo, a noi Dio le ha rivelate per mezzo dello Spirito  che conosce bene anche le profondità di Dio”.

 

La novità del Vangelo. Parola di Dio.
E’ stato detto: “Non commettere adulterio; Non spergiurare” “Non uccidere”;

ma Gesù, nel Vangelo dice: non c’è bisogno di ripudiare né  c’è bisogno di uccidere né c’è bisogno di spergiurare per essere infedeli.

Sia, quindi, il nostro parlare sì, sì; no, no: proponiamo e facciamo il bene, piuttosto che perdere tempo nel rinnegare il male.

 

Preghiera:

Siano stabili le mie vie nel custodire i tuoi decreti.
Sii benevolo con il tuo servo e avrò vita, osserverò la tua parola.
Aprimi gli occhi, dammi intelligenza perché io consideri le meraviglie della tua legge, la custodisca e la osservi con tutto il cuore.

Benedetto sei tu, Padre: ai piccoli hai rivelato i misteri del regno dei cieli.

Giovedì 2 marzo 2017 Sala Ss. Filippo e Giacomo – Io ci sono: contro il bullismo e il disagio giovanile ‘Insieme si può’

Contro il ‘Bullismo e Cyberbullismo’

Corso di Educazione Civica

Parrocchia Ss.Filippo e Giacomo

Piazza G.Marconi, 28.31 Tel. e Fax 0761\477144

Piazza Franciosoni , 13 Tel. 0761\485094

don Lamberto Di Francesco 339 2352031

01019 Vetralla

E-mail parrocchia.sfeg@gmail.com (posta parrocchiale)

donlambertodifrancesco@gmail.com (posta personale)  

www.sfeg.it

 

Si avvisa che nei locali della parrocchia si organizza un corso di educazione civica  per  approfondire la conoscenza della cultura e degli usi e costumi italiani: tale corso avrà un approccio pratico/storico al fine di riconoscere e rispettare  il patrimonio  e le  radici fondanti della nazione in cui viviamo.

Tutti coloro che fossero interessati a partecipare possono rivolgersi alla Caritas Parrocchiale tutti i mercoledì  dalle ore 17,00 alle  18,00.

Per le modalità del corso, le stesse saranno specificate  agli interessati,

al raggiungimento di  un congruo numero di  aderenti.

Vetralla 13/10/2016

Note:

  1. Per chiarimenti ci si può rivolgere anche  ai numeri telefonici e agli indirizzi E-Mail della intestazione.
  2. E’ opportuno, e forse necessario, per chi ha questa possibilità, invitare stranieri e ospiti a partecipare a questa iniziativa.

25 12 2016 Natale del Signore Gesù

Orari Ss. Messe

Notte: 23,30

Giorno: 8,15-10,45-11,45

Lunedì: 8,30

2016-12-25 Natale del Signore Gesù

Introduzione Penitenziale:

Se Natale fosse fare un presepio, scambio di doni, favori per la propria utilità … dove sarebbe il Popolo di Dio?!

 

La Parola si fa Carne:
“Il popolo che camminava nelle tenebre ha visto una grande luce.

Perché un bambino è nato per noi, ci è stato dato un figlio … per formare un popolo puro, pieno di zelo per le opere buone”.

“Quando Quirinio era governatore della Siria, Giuseppe salì a Betlemme insieme a Maria, sua sposa. In quel luogo diede alla luce il suo figlio.

C’erano in quella regione alcuni pastori. Un angelo del Signore disse loro: Non temete: ecco, vi annuncio una grande gioia, che sarà di tutto il popolo: oggi  è nato per voi un Salvatore, che è Cristo Signore”.

«Gloria a Dio nel più alto dei cieli
e sulla terra pace agli uomini, che egli ama».

Meditazione:

“Verbo Incarnato”: La Parola si è fatta Carne.

La Parola del Padre – si è fatta Carne Umana nel Figlio Gesù.

E’ la Storia di una Salvezza promessa (improbabile per le forze umane);

è la Storia di una Salvezza che si realizza, sicura, nel Nuovo Popolo di Dio.

 

Attualizzazione della Parola:

La Parola di Dio, in me, in noi si fa Carne? In noi è presente la Parola che ha l’odore delle pecore dei pastori del Presepio?

Basta con la parola che si fa soltanto “chiacchiere”.

Si inizi ad essere  “Parola.” con la “P” maiuscola di Parola di Dio.

 

Ringraziamento e lode:

Signore, che possiamo farcela a fare vita da presepio; che impariamo a correre, la Domenica, entusiasti, gioiosi, come Popolo, ad ascoltare la Parola, a ricevere il Pane.

Che, il tuo Popolo, quando esce, dalla Messa, con la Parola e il Pane,

“faccia sentire” la Parola che ha ascoltato,

“faccia vedere ed assaggiare” il Pane che ha mangiato.

Alla Benedizione:

Auguri! … alle famiglie sempre presenti perché senza la Domenica non sanno vivere;

alle famiglie dove Natale è giorno di preoccupazione e la loro Messa viene vissuta, in casa, nella sofferenza;

a chi vorrebbe, e non può, essere all’Eucaristia, “Albero Grande” della comunità;

a chi vive un sereno Natale di giustizia e di pace.

Orario S.s. Messe Natale 2016

Domenica 27 novembre 2016 ore 17.00 – Sala SS. Filippo e Giacomo

pirerino e il lupo

Giovedì 29 settembre alle ore 17,00 nella chiesa S. Antonio Abate, piazza G. Marconi, Vetralla Parrocchia Ss. Filippo e Giacomo, la S. Messa sarà celebrata da Don Tito Monanni

Avviso parrocchiale urgente:

Giovedì 29 settembre alle ore 17,00

nella chiesa S. Antonio Abate, piazza G. Marconi, Vetralla

Parrocchia Ss. Filippo e Giacomo,

la S. Messa sarà celebrata da Don Tito Monanni,

parroco a Vetralla, nella Parrocchia S. Andrea e S. Francesco nell’anno 1985.

Don Tito che tutti ricordiamo con affetto e gratitudine compie questo anno il 60° anno di Sacerdozio.

Nella Messa ricorderemo questo importante momento di Vita Cristiana.

Lo ricorderemo anche come Assistente e Animatore della Azione Cattolica della Diocesi.

Invito la Comunità Parrocchiale a partecipare a questa celebrazione anticipando così a Giovedì l’inizio dell’Anno Pastorale e la Festa della Parola di Dio.

 

Gli orari dei giorni che seguiranno il 29 settembre rimangono invariati.

Orario, speriamo unico, dimenticato è la riunione per Catechisti e Catechiste e Animatori  presso la Sala Ss. Filippo e Giacomo , in piazza Franciosoni, Martedì 4 ottobre alle ore 15,30.

….

A proposito di Catechismo:

Se Papa Francesco ha, ieri, tenuto una grande celebrazione con i Catechisti

vuol dire che il Catechismo e i Ragazzi e i Bambini e i Giovani che frequentano il Catechismo

sono atti importanti e doverosi.

Al contrario di ciò che, abbastanza spesso, si sente dire a Vetralla.

….

don Lamberto

Festa della Parola di Dio Inaugurazione Anno Catechistico 2016-2017

Festa della Parola di Dio

Inaugurazione Anno Catechistico 2016-2017

Settembre

Venerdì 30, S. Gerolamo:

  1. (Genitori-Bambini-Ragazzi – Giovani)

Dalle 15,30: Iscrizioni alle attività di Iniziazione Cristiana 2016-2017

Si possono acquistare  Vangelo, Bibbia, Testi di Catechismo

  1. (Adulti)

ore17,00: S. Messa

ore 17,30: S. Gerolamo, Dialogo, Linguaggio, Preghiera Biblica.

 

Ottobre

Sabato 1 

  1. (Genitori-Bambini-Ragazzi – Giovani)

Dalle 15,30: Iscrizioni alle attività di Iniziazione Cristiana

Si possono acquistare  Vangelo, Bibbia, Testi di Catechismo

  1. (Adulti)

ore 17,00: Messa

 

Domenica 2, Madonna del Rosario

Messa ore 8,15-10,45

ore 12,00: Supplica alla Madonna del Rosario

ore 17,00, Piazza G. Marconi: Concerto Junior Band

del Complesso Bandistico “O.Pistella” Diretta dal M.° Luigi Lucarelli

Concerto di Apertura dei Corsi di Formazione Musicale 2016-2017

Inaugurazione Attività di  Iniziazione Cristiana

 

Lunedì 3:

  1. Genitori-Bambini-Ragazzi – Giovani)

ore 15,30: Festa della Parola e del CIAO : Preghiera, Gioco della Bibbia

Avviso Importante:  Per partecipare al gioco della Bibbia tutti portino il Vangelo o la Bibbia

  1. (Adulti)

ore 17,00: S. Messa

ore 17,30: Programma Pastorale anno 2016 – 2017

 

Martedì 4. Ore 10,00-12,00: Confessioni

 

Mercoledì 5: Giornata di Inaugurazione delle riunioni per tutti i devoti della Madonna del Carmelo ed in particolare per Sorelle e Portatori.

ore 18,00 S. Messa

ore 18,30: Noi come cittadini, Noi come Popolo.

 

Venerdì 7:

ore 16,00: Adorazione, Confessioni

ore 17,00: S. Messa

Domenica 9

Lunedì 10:

Gruppi di Catechismo:

Dalle ore 15,30:

II°-III° anno: Piazza G. Marconi

Dal III° al IX° anno: Piazza Franciosoni

 

Avviso per gli orari della Messa da Ottobre a Maggio

Salvo altre decisioni da prendere nelle riunioni di Lunedì 3 settembre:

Giorni feriali: ore 17,00 (Primo Mercoledì del mese: 18,00)

          Giorni festivi: ore 8,15 – 10,45

GIORNATA MONDIALE DI PREGHIERA PER LA CURA DEL CREATO

GIORNATA MONDIALE DI PREGHIERA PER LA CURA DEL CREATO

(di Papa Francesco)

Dal 1° settembre (memoria ortodossa della divina creazione)

al 4 ottobre (memoria di Francesco di Assisi nella Chiesa Cattolica) siano giorni di meditazione e di preghiera contro il peccato di procurare danni al creato, attirando l’attenzione sulla crisi morale e spirituale che sta alla base dei problemi ambientali e del degrado.

 

  1. La terra grida…

Dio ci ha fatto dono di un giardino rigoglioso, ma lo stiamo trasformando in una distesa inquinata di «macerie, deserti e sporcizia» (Enc. Laudato si’, 161).

Non possiamo arrenderci o essere indifferenti alla perdita della biodiversità e alla distruzione degli ecosistemi, spesso provocate dai nostri comportamenti irresponsabili ed egoistici.

«Per causa nostra, migliaia di specie non daranno gloria a Dio con la loro esistenza né potranno comunicarci il proprio messaggio.

Non ne abbiamo il diritto» (ibid., 33).

I cambiamenti climatici contribuiscono anche alla straziante crisi dei migranti forzati. Quando maltrattiamo la natura, maltrattiamo anche gli esseri umani.

Ascoltiamo «tanto il grido della terra quanto il grido dei poveri» (ibid., 49), e cerchiamo di comprendere attentamente come poter assicurare una risposta adeguata e tempestiva.

 

  1. …perché abbiamo peccato

Dio ci ha donato la terra per coltivarla e custodirla (cfr Gen 2,15) con rispetto ed equilibrio. Coltivarla “troppo” – cioè sfruttandola in maniera miope ed egoistica –, e  custodirla poco è peccato.  «Un crimine contro la natura è un crimine contro noi stessi e un peccato contro Dio».

Di fronte a quello che sta accadendo alla nostra casa, possa il Giubileo della Misericordia richiamare i fedeli cristiani «a una profonda conversione interiore» (Enc. Laudato si’, 217), sostenuta in modo particolare dal sacramento della Penitenza.

 

  1. Esame di coscienza e pentimento

Il primo passo in tale cammino è sempre un esame di coscienza, che «implica gratitudine e gratuità, vale a dire un riconoscimento del mondo come dono ricevuto dall’amore del Padre.

«Nella misura in cui tutti noi causiamo piccoli danni ecologici», siamo chiamati a riconoscere «il nostro apporto, piccolo o grande, allo stravolgimento e alla distruzione dell’ambiente».

 

Come partecipi di un sistema «che ha imposto la logica del profitto ad ogni costo, senza pensare all’esclusione sociale o alla distruzione della natura»,  pentiamoci del male che stiamo facendo alla nostra casa comune.

«Dio è più grande del nostro peccato», di tutti i peccati, compresi quelli contro la creazione.  Li confessiamo perché siamo pentiti e vogliamo cambiare. E la grazia misericordiosa di Dio che riceviamo nel Sacramento ci aiuterà a farlo.

 

  1. Cambiare rotta

L’esame di coscienza, il pentimento e la confessione al Padre ricco di misericordia conducono a un fermo proposito di cambiare vita.

E questo deve tradursi in atteggiamenti e comportamenti concreti più rispettosi del creato, come ad esempio fare un uso oculato della plastica e della carta, non sprecare acqua, cibo ed energia elettrica, differenziare i rifiuti, trattare con cura gli altri esseri viventi …

Non dobbiamo credere che questi sforzi siano troppo piccoli per migliorare il mondo. Tali azioni «provocano in seno a questa terra un bene che tende sempre a diffondersi, a volte invisibilmente» (ibid., 212) e incoraggiano «uno stile di vita profetico e contemplativo, capace di gioire profondamente senza essere ossessionati dal consumo» (ibid., 222).

L’economia e la politica, la società e la cultura non possono essere dominate da una mentalità del breve termine e dalla ricerca di un immediato ritorno finanziario o elettorale.

 

«Che tipo di mondo desideriamo trasmettere

a coloro che verranno dopo di noi,

ai bambini che stanno crescendo?» (Enc. Laudato si’, 160).

  1. Una nuova opera di misericordia

Leggendo san Giacomo, «la misericordia senza le opere è morta in sé stessa. […]

La vita cristiana include la pratica delle tradizionali opere di misericordia corporali e spirituali.

Mi permetto di proporre un complemento ai due tradizionali elenchi di sette opere di misericordia, aggiungendo a ciascuno la cura della casa comune.

Come opera di misericordia spirituale: «la contemplazione riconoscente del mondo» (Enc. Laudato si’, 214) che «ci permette di scoprire attraverso ogni cosa qualche insegnamento che Dio ci vuole comunicare» (ibid., 85).

Come opera di misericordia corporale, la cura della casa comune richiede i «semplici gesti quotidiani nei quali spezziamo la logica della violenza, dello sfruttamento, dell’egoismo […] e si manifesta in tutte le azioni che cercano di costruire un mondo migliore» (ibid., 230231).

 

  1. In conclusione, preghiamo, non smarriamo mai la speranza: «Il Creatore non ci abbandona, non fa mai marcia indietro nel suo progetto di amore, non si pente di averci creato.

«O Dio dei poveri, aiutaci a riscattare i dimenticati di questa terra.
O Dio d’amore, mostraci il nostro posto in questo mondo
come strumenti del tuo affetto per tutti gli esseri di questa terra».
O Dio di misericordia, concedici di ricevere il tuo perdono
e di trasmettere la tua misericordia in tutta la nostra casa comune.
Laudato si’. Amen. (Dal Vaticano, 1 settembre 2016)

 

Esequie di Amatrice e di Accumoli  (Omelia del Vescovo don Domenico Pompili)

 

Mi hanno spezzato con la sabbia i denti, mi ha steso nella polvere.

Son rimasto lontano dalla pace, ho dimenticato il benessere”.

Sembra di risentire i sopravvissuti: un rumore assordante, pietre che precipitano come pioggia, una marea asfissiante di polvere. Poi le urla. Quindi il buio.

Il brano ispirato prosegue: “Buono è il Signore con chi spera in lui, con l’anima che lo cerca. E’ bene aspettare in silenzio la salvezza del Signore”.

Si intuisce che Dio non può essere utilizzato come il capro espiatorio.

Al contrario, si invita a guardare in quell’unica direzione come possibile salvezza.

In realtà, la domanda “Dov’è Dio?” non va posta dopo, ma va posta prima e comunque sempre per interpretare la vita e la morte.

Come pure, va evitato di accontentarsi di risposte patetiche e al limite della superstizione. Come quando si invoca il destino, la sfortuna, la coincidenza impressionante delle circostanze.

A dire il vero: il terremoto ha altrove la sua genesi! I terremoti esistono da quando esiste la terra e l’uomo non era neppure un agglomerato di cellule. I paesaggi che vediamo e che ci stupiscono per la loro bellezza sono dovuti alla sequenza dei terremoti. Le montagne si sono originate da questi eventi e racchiudono in loro l’elemento essenziale per la vita dell’uomo: l’acqua dolce. Senza terremoti non esisterebbero dunque le montagne e forse neppure l’uomo e le altre forme di vita. Il terremoto non uccide.

Uccidono le opere dell’uomo!

Venite a me voi tutti che siete affaticati e oppressi e io vi ristorerò… sono mite e umile di cuore”.

Le parole del Maestro sono come un balsamo sulle ferite fisiche, psicologiche e spirituali di tantissimi. Troppi. Non basteranno giorni, ci vorranno anni.

Sopra a tutto è richiesta una qualità di cui Gesù si fa interprete: la mitezza.

Che è una ‘forza’ distante sia dalla muscolare ingenuità di chi promette tutto all’istante, sia dall’inerzia rassegnata di chi già si volge altrove.

La mitezza dice, invece, di un coinvolgimento tenero e tenace, di un abbraccio forte e discreto, di un impegno a breve, medio e lungo periodo.

Solo così la ricostruzione non sarà una ‘querelle politica’ o una forma di sciacallaggio di varia natura, ma quel che deve: far rivivere una bellezza di cui siamo custodi.

Disertare questi luoghi sarebbe ucciderli una seconda volta. Abitiamo una terra verde, terra di pastori. Dobbiamo inventarci una forma nuova di presenza che salvaguardi la forza amorevole e tenace del pastore.

Come si ricava da un messaggio in forma poetica che mi è giunto oltre alle preghiere:

“Di Geremia, il profeta, rimbomba la voce: ‘Rachele piange i suoi figli e rifiuta di essere consolata, perché non sono più’.

Non ti abbandoneremo uomo: l’ombra della tua casa tornerà a giocare sulla natia terra. Dell’alba ancor ti stupirai”.

 

di don Lamberto:        L’Utilità al posto della Bellezza?!

… e domandarci non: … e la Natura?!, ma: … e l’Uomo?!

Propongo questi scritti per la meditazione e la preghiera;

ma non solo: per un cambiamento delle nostre scelte.

Se non cerchiamo la Bellezza,

l’Utilità, prima o poi, ci verrà a mancare.

Troveremo sempre qualcuno più egoista di noi che sarà capace

di far valere i propri interessi a discapito di quelli nostri e della comunità.

 

(Auguro ogni bene e chiedo una sicura preghiera per ogni fratello o sorella in Cristo).

 

 

Don Titus Mburu Mwangi sarà con noi SABATO 3 settembre alle ore 17.00

AVVISO

Sono molte le persone che ricordano con affetto e stima Don Titus Mburu Mwangi.

Lui sarà con noi e celebrerà la Messa SABATO 3 ALLE ORE 17,00

con 20 sacerdoti (provenienti da Assisi e diretti a Roma)

E altri pellegrini del Kenya ( in tutto 54 persone).

Invito la Comunità parrocchiale a partecipare.

Credo che tutti quelli che possono saranno felici di salutarlo in occasione di questa celebrazione.

Con l’occasione ricordo gli orari del mese di settembre:

  1. Messa feriale ore 16,45

S Mesa festiva ore 8,15 e 10,45

Ricordando sempre che metto un quarto d’ora prima gli orari per invitare a venire prima per preparare meglio la Messa, celebrala meglio, essere più contenti di essere fratelli riuniti insieme nel nome del Signore.

Don Lamberto

Domenica 17-7-2016

Domenica 17-7-2016

Leggere Luca 10,38-42:

“Maria ha scelto la parte migliore, che non le sarà tolta”.

Quale è la parte migliore?

Quella che non ci verrà tolta?

Ci affanniamo e ci agitiamo per tante cose: era vero cento anni fa’; quanto è vero oggi?!

Che non abbiamo più un attimo per la serenità del nostro spirito?

L’apparire … quello che dirà la gente … quello che io voglio che la gente dica …

… ci distrugge le veglie e il sonno?

“Di una cosa sola c’è bisogno”.

E chi mi dice quale è questa cosa?!

“Beati coloro che custodiscono la parola di Dio con cuore integro e buono”.

“Colui che cammina senza colpa, pratica la giustizia e dice la verità che ha nel cuore.
Non sparge calunnie con la sua lingua. Non fa danno al suo prossimo.

Non lancia insulti al suo vicino.
Non presta il suo denaro a usura. e non accetta doni contro l’innocente”.

“Non accetta doni contro l’innocente!!”

E perché le ferrovie non vanno, perché le tasse non vanno, perché tutti i soldi di tasse che paghiamo non si sa dove vanno …oppure lo si sa benissimo …

Dove è il cuore?

… Ma il cuore chi lo educa?

E perché debbo essere ansioso anche io che cerco la giustizia e la verità?

Fratelli, sono lieto nelle sofferenze che sopporto per voi

e do compimento a ciò che, dei patimenti di Cristo, manca nella mia carne,

a favore del suo corpo che è la Chiesa.

E quando potrà accadere?

«Tornerò da te fra un anno a questa data e allora Sara, tua moglie, avrà un figlio».
“Di questa parola” di Speranza siamo diventati ministri,

secondo la missione affidataci da Dio e da noi accolta di portare a compimento la parola di Dio.

Questo mistero, nascosto da secoli e da generazioni, ora è stato manifestato a noi, suoi santi.

E quale è il Mistero?

Cristo in voi, speranza della gloria.

Mercoledì 29 dalle ore 18,00 alle 23, piazza G. Marconi: Festa Conclusione GR.EST. 2016

GREST2016-01 a

Mercoledì 29 dalle ore 18,00 alle 23, piazza G. Marconi: Festa Conclusione GR.EST. 2016

26-6-2016 Domenica XIII

26-6-2016 Domenica XIII

Galati 5, 1.13-18
Fratelli, Cristo ci ha liberati per la libertà! State dunque saldi e non lasciatevi imporre di nuovo il giogo della schiavitù.

Voi infatti, fratelli, siete stati chiamati a libertà.

Che questa libertà non divenga però un pretesto per la carne; mediante l’amore siate invece a servizio gli uni degli altri.

Ma se vi mordete e vi divorate a vicenda, badate almeno di non distruggervi del tutto gli uni gli altri!
Ma se vi lasciate guidare dallo Spirito, non siete sotto la Legge. 

 

«Voi fate grandi cose!

Voi siete “artigiani” della festa, della meraviglia; siete artigiani del bello:

con queste qualità arricchite la società di tutto il mondo, anche con l’ambizione di alimentare sentimenti di speranza e di fiducia.

Affascinare con la meraviglia del bello

Questa è misericordia: seminare bellezza e allegria in un mondo a volte cupo e triste. Trasmettete ai vostri figli l’amore per Dio e per il prossimo: il cammino della bellezza. Ammorbidire il cuore duro di un uomo che ha dimenticato come si piange».

Papa Francesco

La Speranza dalle Scritture scaccia la paura

LOGO GREST2014

Sogni di Libertà

C Siamo (stiamo facendo Sogni di Libertà)

Insieme si può  (fare Sogni di Libertà)

Insieme portiamo Emozioni (per fare Sogni di Libertà).

 

La Libertà è Dio che ama; Dio non è limite; l’Amore non è limite.

Amore è l’Amore! Amare è l’Amore!

Libertà è: Vivere un’amicizia, un’intesa, un patto,  una alleanza con Dio e con l’Uomo, Vivere per la Bellezza.

I giovani non hanno bisogno di essere “guardati … difesi …”;  hanno bisogno di IDEALI mostrati, vissuti, sperimentati, di amicizia costruttiva ed educante.

Emozione di educare alla Libertà dei Figli di Dio. Educare al gruppo, all’Insieme

Aiutando i ragazzi ad avere onore – non solo rispetto verso sé, verso GREST2016-01 aaltri, verso Dio.

Emozione   di essere Insieme

C’è del Bene e del Bello da costruire. non l’Utile  ma il Bello. Entusiasmo, Emozione, Speranza affidabile, Certezza il Bello porterà davvero l’Individuo a  divenire Persona, Famiglia, Popolo, Famiglie della Famiglia di Dio, Popolo del Popolo di Dio. Insieme sognando dei Figli di Dio la Libertà.

 

Mercoledì dalle ore 18,00 alle 23, piazza G. Marconi: Festa Conclusione GR.EST. 2016

Ss. Filippo e Giacomo: La Parrocchia 2.0

Ss. Filippo e Giacomo: La Parrocchia 2.0

Scarica la app  della Parrocchia  (vers. per dispositivi Android) da Google Play Store App Store, così potrai essere immediatamente informato delle nostre iniziative. Naturalmente è gratuita

sfeg_and

Premiazioni LA FIORITA 2016

Premiazioni LA FIORITA 2016

Categoria Adulti

Solo Fiori

Sini Adriana,  Madonna con Bambino, Via Cassia Sutrina, Davanti al Monumento ai Caduti

Il Ponte (Alessandra),  Vergine Maria, Via Roma

Bar Bersagliere e Protezione Civile, Spada dell’Ordine Carmelitano, Via Roma

 

Compositi:

Polidori, Il Cielo: Madonna sulla Terra, immersa nell’universo, Via S. Michele,

Fonti Rosanna, Via S. Michele, W Maria

Zamo’ e Cavaliere, New Generation, Via Roma, Angelo di Dio che sei il mio custode

 

Categoria Giovani

Solo Fiori

Papa, Della Giovampaola, Cafiso, Schiena, Via Roma, Madonna con Bambino

Marta Frateiacci, Rosario, Via D. Alighieri, 1

Alessandra Baroncini, Tappeto Rosso, davanti al Monumento ai Caduti,  Via Cassia Sutrina

 

Compositi:

Paliferi Giulia  Ave Maria, davanti studio Cianfana, piazza Vittorio Emanuele

 

Partecipanti

Bagnaia Cinzia e Rosella, Fiore con M al centro,  Via Casia Interna, 14.

Bar Bersagliere e Protezione Civile, Spada dell’Ordine Carmelitano, Via Roma

Baroncini Alessandra, davanti al Monumento ai Caduti, Via Cassia Sutrina

Belfiore e Moretti Paola e Gabriella, Tappeto, Largo don Vittorio Pallini

Papa, Della Giovampaola, Cafiso, Schiena, Madonna con Bambino, Via Roma,

Chiodi Adriana, Fiori geometrici, davanti alla Farmacia Cima , Via Cassia Interna

Craciun Ileana , Stella Cometa, Via Cassia Interna

Delle Monache Carla, Via Roma, 35, Tappeto di fiori

Delle Monache Renzo, Mazzetti Leonella,  Marilena De Grandis, Colori , Armonia, Emozioni, Piazza della Rocca,

Fadda, Amore, Duca, Ferracci, Tappeto di fiori,  Via Cassia Interna 27

Fonti Rosanna, W Maria, Via S. Michele

Frateiacci Marta,  Rosario, via Dante Alighieri, 1

Ghaleb Diana, Fiore del Carmelo, davanti alla chiesa S. Egidio, Via Cassia Interna

Gomeno Nicola, Disegni geometrici, Via Roma 64

Il Ponte (Alessandra) Vergine Maria, Via Roma

OperaExtravaganza:  Othonen Susanna, Naila Dominioni, Robert Breebart, Gemma Sanpaolo, Maria Morena Lepri, Via Cassia Interna

Menghini Leonardo, Il cuore di Maria, Via Dante Alighieri

Polidori, Il Cielo: Madonna sulla Terra, immersa nell’universo, Via S. Michele

Quintiliani, Fiore, Via Cassia Interna 125

Salvati Lia, Mater Misericordiae, Via Cassia Interna

Sini Adriana,  Madonna con Bambino, Via Cassia Sutrina, Davanti al Monumento ai Caduti

Stella Anna Maria, Papa e Apertura della Porta Santa, Via Cassia Sutrina

Unitalsi, NLD Charitas,  piazza G. Marconi, davanti alla chiesa ,

Zamo’ e Cavaliere, New Generation, Angelo di Dio che sei il mio custode,  Via Roma,

Zeppa Vilma Via Cassia Interna, 76

 

Avviso Importante Mese di Giugno

Avviso Importante Mese di Giugno

Orario Ss. Messe Feriali: 18,00

Orario Ss. Messe festive: 8,15—10,45

***

1° Giugno, Mercoledì

ore 18,00: S. Messa

ore 18,30:  Conclusione delle riunioni del Primo Mercoledì del mese.

 

Resoconto di un anno e di un mese … anche economico, soprattutto dell’impegno.

Al termine della riunione: smontaggio e reposizione della Immagine della Madonna e della Macchina Processionale

Avvisi Parrocchiali per la Processione del29-5-2016 Festa della Madonna del Carmelo

Avvisi Parrocchiali per la Processione del29-5-2016

Festa della Madonna del Carmelo

Bambini della Messa di Prima Comunione:

Sabato                 ore 17,00: nella sala piazza G. Marconi 28, Prove

ore 17,35: in chiesa per il Concerto

Domenica           ore 10,15: nella Sala per iniziare la S. Messa alle ore 10,30

Al termine della Messa canto: Jesus vive

ore 17,00: davanti la chiesa per iniziare la Processione

Lunedì                  ore 15,00: Conclusione anno Catechistico

 

Portatori

Domenica           ore 17,00: in chiesa, divisione delle squadre: Celeste, Bleu, Oro, Arancione, Bianco, Verde, Rosso.

Coloro che hanno ricevuto la Fascia negli anni passati, non la dimentichino.

Alla fascia, alle ore 17,00, verrà unito un nastrino del colore della squadra.

I nuovi Portatori ricevono la Fascia e il nastrino.

Brevi chiarimenti sulla Processione.

Al termine della Processione:

Nel silenzio e nella preghiera i Portatori ricevono una Rosa;

distribuiscono un fiore alle Sorelle con la Fascia;

infine distribuiscono fiori alle altre Sorelle.

Sorelle:                               Al termine della Processione, nel silenzio e nella preghiera ricevono fiori dai Portatori

 

Animatori e Ragazzi dei GR.uppi EST.ivi:

Sabato                 dalle ore 10,00 alle ore 12,00; dalle ore 15,00 alle 16,30:

Distribuzione delle Maglie deli GR.uppi EST.ivi e pagamento del contributo per i GR.EST.

Domenica           ore 17,00, in chiesa S. Messa

Dopo la S. Messa: le squadre si dispongono davanti alla facciata della chiesa a semicerchio

Alla partenza della Processione:

le squadre Arancione – Azzurro procedono davanti alla Madonna

le squadre Gialla – Naturale procedono dietro la Madonna

Gli Animatori  procedono con le loro squadre

 

Programmazione delle Attività dei GR.uppi EST.ivi

Programmazione delle Attività dei GR.uppi EST.ivi

 

Tema dei GR.uppi EST.ivi: “Insieme portiamo Emozioni”

 

I ragazzi e le famiglie dei ragazzi iscritti ai GR.uppi EST.ivi 2016 presso questa Parrocchia tengano presente nel loro Calendario i seguenti appuntamenti e adempimenti necessari al buono svolgimento delle Attività di GR.EST 2016:

 

Calendario:

Sabato 21 maggio:

alle ore 15,00, alla Villetta “P. Canonica”: raduno, formazione delle squadre; poi sui prati: “ Giochi d’una volta”.

alle ore 17,30: in piazza G. Marconi, davanti alla chiesa S. Antonio Abate, Conclusione del pomeriggio di Inaugurazione dei  GR.uppi EST.ivi: Musica con Mauro e Giovanni e Pizze fritte.

 

Lunedì 6 Giugno, Sala Centro Giovanile Ss. Filippo e Giacomo:

ore 15,00, Replica di Pagliacci (filmati)

ore 18,00, Riunione genitori e ragazzi di GR.EST. 2016 (Organizzazione e possibili Collaborazioni per GR.EST 2016)

 

Eventi Religiosi:

Giovedì 26 maggio, ore 18,00: Processione del Corpus Domini con partenza da S. Andrea (Duomo)

 

Domenica 29 maggio, con la divisa dei GR.uppi EST.ivi, alle ore 17,30: partecipazione alla Solenne Processione nella Festa della Madonna del Carmelo. I ragazzi e gli animatori  parteciperanno schierati con due squadre davanti alla Macchina Processionale della Statua della Madonna del Carmelo e due squadre dietro la Macchina Processionale.

 

Nella riunione del 6 Giugno, Programmazione sulla base seguente:

 

Dal 4 Giugno al 29 Giugno:

Sabato, Domenica, Lunedì: attività culturali e ricreative presso la chiesa S. Antonio Abate e il Centro Giovanile Ss. Filippo e Giacomo

Martedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì:

Al mattino:

ore 9,00,incontro presso la Villetta “P. Canonica”

dalle ore 9,00 alle ore 12,30, giochi e attività varie sul tema: “Insieme portiamo Emozioni” sui prati della Villa Comunale “P. Canonica”.

Avviso importante riguardante la Colazione: è largamente preferibile che i ragazzi portino il necessario per mangiare e bere da casa (anche se sarà possibile, ma sconsigliabile, accompagnati dagli Animatori, servirsi del Bar interno alla Villa Comunale).

Sarà, però, assolutamente vietato (per i Bambini e i Ragazzi) allontanarsi dalla zona dei giochi GR.EST. e, soprattutto, uscire dai cancelli della Villa Comunale, anche se accompagnati dai genitori.

Uscire dai GR.uppi EST.ivi per andare a casa , o in qualunque altro luogo, si potrà farlo soltanto accompagnati dai genitori, o familiari delegati  dai genitori, con un attestato iscritto.

In caso di pioggia le attività si svolgeranno presso il Centro Giovanile Ss. Filippo e Giacomo.

Presso questo Centro si svolgeranno le medesime attività previste per il pomeriggio.

Al pomeriggio: Attività presso il Centro Ss. Filippo e Giacomo, piazza Franciosoni: Teatro, Canto, Giochi da tavolo, Disegno, Attività manuali, Proiezioni Religiose, Culturali, Ricreative.

 

La distribuzione delle maglie avverrà in data ancora non conosciuta.

All’atto della consegna delle maglie chiediamo alle famiglie per le Attività dei GR.uppi EST.ivi

un contributo di € 35,00 per ogni iscritto.

Per Fratelli o Sorelle degli iscritti chiediamo (oltre al contributo familiare di € 35,00) un contributo pari al costo delle maglie.

28 Giugno: prove dello spettacolo del 29 Giugno (in piazza G. Marconi – davanti alla chiesa S. Antonio Abate – e presso la Villa Comunale “P. Canonica”)

29 Giugno: al mattino prove dello Spettacolo

al pomeriggio, dalle 18,00 alle 23,00: Spettacolo di Conclusione dell’Attività dei GR.uppi EST.ivi.

 

Dopodiché… Si ricordano le avvertenze, le autorizzazioni e le condizioni per partecipare ai GR.uppi EST.ivi già dai genitori sottoscritte nelle domande di partecipazione.

 

“ … avendo preso conoscenza e aderendo al “Programma delle Attività dei Gruppi Estivi (GrEst) 2016” organizzate dalla Parrocchia Ss. Filippo e Giacomo in Vetralla

chiediamo che nostro/a figlio/a sia iscritto a dette attività estive.

 

Chiediamo anche che partecipi alle iniziative che si svolgeranno al di fuori degli ambienti parrocchiali.

Dichiariamo:

di essere a conoscenza che l’attività dei Gruppi Estivi (GrEst) è limitata alla fascia oraria compresa tra le ore 9,15 e le ore 12,30 dei giorni feriali;

a questo orari si aggiungeranno altri che venissero scelti nella riunione di programmazione del 6 Giugno 2015, alle ore 18,00, presso il Centro Giovanile Ss. Filippo e Giacomo;

di assumerci le responsabilità derivanti da  inosservanza da parte del/della proprio/a figlio/a delle disposizioni  impartite dagli insegnanti medesimi o da cause indipendenti dall’organizzazione.

Autorizziamo la Parrocchia, nella persona dei Responsabili delle attività (e dei loro collaboratori):

ad assumere tutte le iniziative che riterranno necessarie per garantire la sicurezza di tutti i partecipanti e la buona riuscita delle attività;

ad assumere ogni provvedimento necessario per garantire che gli ambienti rimangano accoglienti e sicuri per tutti i ragazzi presenti;

ad impedire a nostro/a figlio/a ogni attività che sia ritenuta pericolosa o comunque inopportuna;

a INTERROMPERE e/o VIETARE la partecipazione di nostro/a figlio/a alle diverse attività dei Gruppi Estivi (GrEst),  nonché la semplice permanenza negli ambienti delle attività, quando questo provvedimento sia ritenuto necessario per custodire il significato educativo dell’attività  e degli spazi o per evitare che siano ripetuti comportamenti inammissibili;

a trattare i dati personali conferiti nei limiti e per le finalità di cui alla Informativa in calce.

Partecipiamo alle spese occorrenti per l’organizzazione dei Gruppi Estivi (GrEst).

 

Per i Giovani Animatori: Prendiamo atto che nostro/a figlio/a sarà coinvolto nell’organizzazione delle attività estive in qualità di Animatore (sempre sotto la responsabilità del Responsabile).

ore 15.00- Villa Comunale ‘Giochi di una volta’- Inaugurazione Gr.Est.

soreta 16

I Pagliacci di Ruggero Leocavallo – Sala Ss. Filippo e Giacomo – Domenica 22 Maggio ore 17.00

Pagliacci Locandina 22-5-2016

Domenica 01 maggio 2016

1 Tess 5, 15-22:   Badate che nessuno renda male per male  ad alcuno, ma cercate sempre il bene tra voi e con tutti.  

Siate sempre lieti,  pregate ininterrottamente,  in ogni cosa rendete  grazie:

questa infatti è volontà  di Dio in Cristo Gesù verso di voi.  

Non spegnete lo Spirito ,  non disprezzate le profezie .

 Vagliate ogni cosa e tenete ciò che è buono.  Astenetevi  da ogni specie di male.

Una canzone scout dice: Se più gente guardasse alla gente con favor

avremo meno gente difficile e più gente di cuor.

Lasciando agire lo Spirito Santo che ci è stato donato costruiremo davvero un popolo unito e capace di trasformare la società in cui viviamo.

O Dio, che nel Cristo tuo Figlio rinnovi gli uomini e le cose, fà che accogliamo come statuto della nostra vita

il comandamento della carità, per amare te e i fratelli come tu ci ami, e così manifestare al mondo

la forza rinnovatrice del tuo Spirito.

Vieni, Santo Spirito, riempi i cuori dei tuoi fedeli e accendi in essi il fuoco del tuo amore.

 

AVVISI:

E’ in distribuzione l’Album di figurine Parrocchiali intitolato: “La Festa della Madonna del Carmelo sorgente di Bellezza nella Vita Cristiana”

Le figurine vengono distribuite ogni sabato e domeniche dopo la Messa.

Domani, lunedì 2 maggio, alle ore 15,30 si stabilisce la divisione delle squadre dei Gr.uppi Est.ivi, i colori delle magliette e il Logo.

Martedì: addobbo facciata chiesa. Il coraggio del Vangel: alle ore 15,30(sala Piazza Franciosoni) e alle ore 18,00(in chiesa)

Mercoledì 4 maggio: S.Messa alle o0re 18,00; dopo la S. Messa riunione “Noi come cittadini, Noi come Popolo”, “Dio nella Città” in riferimento alla Festa della Madonna del Carmelo. Spiegazioni sul Calendari, attività programmate e da programmare. Organizzazione della Processione.

Sabato 7 maggio, alle ore 21,00, Spettacolo teatrale presso la Sala di Piazza Franciosoni presentato da “I Dialettanti”

Preparazione di un Convegno su Network e Dipendenze(Alcool, Gioco, Network, Droghe…)

Ci si può prenotare per la Peregrinatio Mariae nelle famiglie

Manifesto Festa della Madonna del Carmelo 2016 aggiornamento

Per  i bambini, i ragazzi, i giovani e i diversamenti giovani

Manifesto Festa 2016 corretto a

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Domenica 24-04-2016 La Resurrezione di Gesù

La Resurrezione di Gesù

 

Noi conosciamo e sappiamo, dalla Storia , non solo dal Vangelo, con assoluta certezza, ben documentata:

La vita e la morte di Gesù

La fede dei discepoli nella Risurrezione

Il sepolcro vuoto

Le apparizioni di Gesù risorto

L’esistenza storica della Chiesa fondata sulla Risurrezione di Gesù.

 

Il Linguaggio della Speranza, circa la Risurrezione, ha diritto e dovere di dare la sua interpretazione, fondata realmente e seriamente su fatti accettati anche dalla Storia. di tutti questi avvenimenti.

Gli incontri, non solo dei discepoli, con Gesù Risorto,

sono reali

personali

con lo “stesso” Gesù di prima della morte.

Gesù è vivo; Gesù è risorto; la azione di Dio ha vinto la morte per sempre: Gesù è “Il Vivente”.

 

I fatti che dimostrano che Gesù è Risorto, che  Gesù –  è Vivo, è il Vivente costituiscono  una esperienza “reale” , Vera! ; sono ben determinati e l’avvenimento della Risurrezione di Gesù è un avvenimento “Reale” , “vero”.

 

La Risurrezione di Gesù è anche, però, un avvenimento  che si realizza, nella Chiesa, fino alla “fine dei tempi”.

Su questo è fondata la nostra Speranza

per un completamento            della vita umana

della storia umana.

 

La Risurrezione di Gesù è iniziata duemila anni fa

e continua nella storia della Chiesa, Corpo Mistico di Cristo,

che sta realizzando la trasformazione e la restaurazione (meglio il “restauro”) del mondo:  per questo noi, Cristiani, chiamiamo la Storia:  “ Storia della Salvezza”.

 

La Storia della Salvezza” , quando sarà completa, sarà come la Storia che si è, già,  completata in Gesù.

In Gesù l’avvenimento della Resurrezione e della Redenzione sì è già verificato e  Gesù è l’esempio di ogni altra redenzione.

 

Alla fine dei tempi della Salvezza “tutte le cose verranno ricapitolate in Cristo”: avranno di nuovo quel significato di Bellezza che avevano all’inizio dei tempi , quando l’Uomo era in perfetta armonia con se stesso, con il Creato e con Dio.

Cristo è il “primogenito di fra i morti” (Col.1,18)

è il “primo di una moltitudine di fratelli” ( Rom.8,29).

 

Tutte le persone e tutte le cose non saranno come erano all’inizio,

ma avranno lo stesso significato di Amore,

quello di allora, quello del momento della Creazione,

che non era: “ama come tu ami”,

ma: “Amatevi come Io ho amato voi”!

 

Ricordarsi:

Sabato:

ore 17,00: S. Messa in S. Antonio Abate, piazza Marconi

ore 18,00:  celebrazione della Confermazione, chiesa S. Andrea

 

Ricordarsi soprattutto:

 

entro Sabato 30: Consegnare le domande di Iscrizione ai Gr.uppi  Est.ivi 2016.

Questo e assolutamente necessario:

Lunedì 2 maggio verranno divise le squadre e si stabiliranno divise e colori.

 

Martedì, per le Sorelle della Madonna del Carmelo: preparazione del mese di maggio, pulizia e lucidatura della macchina processionale.

In seguito, per i Portatori,  montaggio della Macchina.

 

Martedì: E’ errato l’avviso, sul Calendario parrocchiale,  della riunione per gli Animatori Gr.Est.

Martedì: riunione, ore 17,00, presso l’Istituto Piazza Marconi.

 

Per Gr. Est.: la riunione sarà Mercoledì all’interno della Riunione per il Ritiro della Confermazione, alle ore 15,30, Sala Ss. Filippo e Giacomo.

 

Nei prossimi giorni: pubblicazione delle attività del mese di maggio

con la pubblicazione del Manifesto.

Domenica 1° Maggio si inizia la distribuzione dell’Album delle figurine del mese di maggio:

“La Festa della Madonna del Carmelo

sorgente di Bellezza nella Vita Cristiana”.

E’ un Album dedicato non ai Bambini e ai Ragazzi

ma alle Famiglie.

Convegno su ‘Bullismo e Cyberbullismo’

bullismo_cyberbullismo_a_Ss_Filippo_e_Giacomo

Venerdì 22 aprile alle ore 16.00 , presso la Sala Ss. Filippo e Giacomo , si è svolto il convegno avente per tema  ‘Bullismo e Cyberbullismo’.Hanno svolto il ruolo di relatori il Dott. Roberto Santoni , D.S. dell’I.C. Piazza Marconi di Vetralla ,la Dott.ssa Francesca De Rinaldis, Psicoterapeuta Psicologa Forense e Criminologa  e il Personale della Stazione dei Carabinieri di Vetralla.

Sono intervenuti la  Dott.ssa Elisa Maria Aquilani, D.S. dell’I.C. “Andrea Scriattoli” di Vetralla , la Dott.ssa Roberta Tozzi,  Servizi Sociali del Comune di Vetralla , il Dott. Vincenzo Di Gemma, ‎psicologo clinico dell’età evolutiva presso la ASL Viterbo.

Il convegno, che ha visto l’attenta partecipazione di persone appartenenti a tutte le fasce di età , aveva come fine quello di far prendere consapevolezza del problema del bullismo, per evitare che esso venga minimizzato ad una problematica individuale o considerato una conseguenza di un’ inevitabile degenerazione sociale , e che il contrasto ad esso necessita d’interventi e cambiamenti comportamentali che coinvolgano tutte le componenti  dell’intera società.

L’iniziativa, fortemente voluta dal nostro parroco Don Lamberto, è una ulteriore tappa del cammino che la Comunità parrocchiale ha intrapreso ormai da tre anni.
Un cammino di sensibilizzazione che, per mezzo delle riunioni del primo mercoledì di ogni mese, muti una coscienza di “abitanti in un territorio”  ad una di  “cittadini” e “popolo educante”.

Se il parroco, oggi, può riuscire a concretizzare questi eventi è perché ha, attorno a sé,  una Comunità,  che vede particolarmente impegnati, con il ruolo di ‘animatori’,  Alfredo Moretti e Adelmo Frateiacci,  e che se pur piccola,  vive ed educa.
Comunità che, a dire il vero, poi proprio piccola non è visto che, ogni volta che si ritrova, partecipa numerosa e con interesse.

ai Portatori della Madonna del Carmelo – Vetralla

da don Lamberto

ai Portatori della Madonna del Carmelo – Vetralla

………………………………………………………………………………

 

Carissimi,

come ormai tutti sapete, abbiamo provveduto ad ampliare la base della Macchina Processionale della Statua della Madonna del Carmelo che noi veneriamo.

Questo fatto rende possibile il trasporto della Macchina non a soli otto Portatori ma da un minimo di sedici ad un massimo di 20.

Questo ottiene due risultati:

molte più persone possono far parte dei Portatori della Madonna

viene quasi dimezzato il peso della Macchina Processionale.

ma  comporta anche impegni da parte nostra:

una diversa organizzazione del trasporto per cui sono necessarie delle prove per la formazione, l’ingresso, l’uscita delle squadre che portano la Macchina.

Abbiamo diviso i Portatori in squadre di otto  in base alle altezze

I cambi normalmente avverranno per squadre e non singolarmente

Si potrebbe riuscire ad avere solo poche fermate per i cambi (piazza della Rocca, Piazza Vittorio Emanuele, Le Murelle,  davanti la chiesa – potrebbe essere opportuno un cambio a Piazza della Rota)

I cambi avverranno con l’aiuto dei cavalletti.

Si rende, però, assolutamente necessaria almeno una prova per tutte queste occorrenze.

La prova del trasporto deve avvenire prima del 25 Aprile perché il 26 dovremo già preparare la Macchina Processionale con la Statua della Madonna.

 

Invito, perciò, tutti i Portatori ad essere presenti GIOVEDI’ 21 APRILE alle ore 18,30-19,00

in piazza G. Marconi, per le necessarie spiegazioni e la prova del trasporto.

E’ necessario che tutti siamo presenti.

 

Siamo fieri di far parte di questa Associazione, fieri anche di dare una testimonianza di efficienza e di solidarietà in occasione della  Processione della Madonna.

Nella certezza di trovarci insieme,

don Lamberto

 

La durata della Prova penso non sarà maggiore di un’ora  (se saremo tutti puntuali).

Ringrazio per la vostra comprensione

e che la Madonna del Carmelo assista le nostre famiglie in questi giorni e sempre.

 

E’ molto difficile contattarci, spesso anche per  telefonino non si riesce a comunicare.

Potete comunicare eventuali cambiamenti di Numeri  telefonici e comunicare anche gli indirizzi E-Mail?

Alle famiglie dei Giovani che si preparano alla celebrazione della Confermazione nella Fede.

Alle famiglie dei Giovani

che si preparano alla celebrazione della Confermazione nella Fede.

……………………

Cari Genitori, Padrini, Madrine,

 

Scriviamo la presente non solo per ricordarvi i numerosi impegni di questi mesi (aprile, maggio, giugno), ma soprattutto per invitarvi alla presenza interiore (ed anche fisica!) vicino ai vostri figli nella Formazione Cristiana.

Facciamo in modo che i figli, ai quali chiediamo presenza e attenzione alla Parola di Dio, alla Messa e ai Sacramenti, abbiano l’esempio di noi Adulti (Genitori, Padrini, Madrine, Sacerdoti, Catechiste) nella testimonianza della Fede e nella pratica della Vita Cristiana.

Questo non lo diciamo per cercare una maggiore osservanza di “Regole”,   pur importanti, ma soprattutto per l’onore reciproco, dovuto sia agli Adulti, che ai Figli (non solo il rispetto).

Nei giorni che verranno abbiamo messo iniziative ed accettato proposte che ci coinvolgono tutti (adulti e giovani) come educandi e come educatori.

Vi chiedo pertanto, per prima cosa, di leggere attentamente ciò che segue; per seconda cosa di essere tutti presenti e puntuali (Giovani e Adulti).   lettera famiglie cresima 2016

 

Convegno Bullismo e Cyberbullismo -22 Aprile – ore 16.00 Sala Centro Ss. Filippo e Giacomo P.zza Franciosoni Vetralla

Manifesto 2 Bullismo

Avvisi Parrocchiali

 

contro il bullismo

 

La formazione del cuore

(Dall’intervento di S. E. Mons. Lorenzo Chiarinelli, Vescovo di Viterbo,

Scuola Primaria di Vetralla -10-5-2006)

 

Tutti abbiamo bisogno di umanità, della attenzione del cuore.

Perché?

 

La VITA è realtà educativa, formativa.

Di chi? Della Persona.

Tutti parliamo della persona. Ma la persona che cosa è?

Certo è una realtà pensante; ma non è solo realtà pensante in quanto tale; è anche realtà relazionale: nessun uomo è un’isola. L’uomo non può essere da solo.

Basterebbe fare una riflessione, anche solo biologica:

se nasce un animale, anche da solo, se la cava.

L’uomo se nasce ed è abbandonato, muore. Un uomo da solo muore.

Noi siamo fatti per lo stare assieme. Le definizioni di solidarietà dei bambini sono istruttive. La società educa: educhiamo la mente, il corpo.

Dobbiamo essere grati alla attenzione che si pone ad ogni forma di educazione.

 

Ma il cuore chi lo educa?

 

Diceva Giovanni XXIII: il cuore è il bene dell’uomo più prezioso

Ci siamo accorti che nell’età tra l’adolescenza, la giovinezza e subito dopo nei nostri ragazzi e ragazze sta avvenendo la strage dei sentimenti .

Ci accorgiamo che dentro le realtà più belle, quella della giovinezza, della famiglia, dei rapporti interpersonali stanno avvenendo le tragedie più grandi dei nostri giorni.

Questo ci deve fortemente interpellare perché indica che l’educazione della mente, del corpo  va bene.

 

L’uomo, diceva già Aristotele, è un vivente che pensa … e il cuore?

 

Educare il cuore significa prima di tutto imparare a sentire:

noi diciamo il sentimento che non è una parte piccola della persona.

 

Non c’è nessuna epoca della storia che sappia meno sull’uomo dell’epoca contemporanea ( Martin Heidegger)

 

 

Il sentire non è una parte marginale della esperienza.

 

Si cita S. Francesco…con lui potremmo citare gli artisti, i poeti, la musica…Il mondo delle varie espressioni artistiche: che cosa è se non il trionfo di questa realtà che l’uomo esprime nel suo più profondo?

 

La parola Cuore non è solo un fatto sentimentale;

la parola Cuore sta ad indicare la profondità dello spirito

laddove la persona è autenticamente se stessa:

questo è il cuore.

Non è come lo sveliamo nelle decorazione e i disegnini degli innamorati.

Il cuore è laddove la persona è se stessa. E’ questo, Sentire.

Noi questo non lo curiamo.

Un ragazzo, anche un adulto, oggi, riesce a compiere un delitto e poi essere tranquillo e andare al bar…Seguita ad agire come se nulla fosse…

Questo non capita neppure in una foresta tra le belve.

E’ segno che il cuore non c’è:

il sentire, la relazione, il rapporto con gli altri mancano.

 

Noi  su questi valori dobbiamo investire molto

 Noi non educheremo mai la persona

se non la educheremo nell’insieme delle sue dimensioni:

il pensare,

ma anche il sentire,

la relazione,

la libertà.

Attenzione: Questa riunione fa anche parte del ”ritiro” di preparazione alla Celebrazione della Confermazione dei Giovani di Vetralla (insieme ad altre che seguiranno, specificamente per questo).

Avviso Parrocchiale

Parrocchia Ss. Filippo e Giacomo

 

  1. Festa della Madonna del Carmelo

Associazione Portatori e Sorelle della Madonna del Carmelo.

 

RICORDARSI: 6 aprile Mercoledì,

  1. Messa ore 18,00.

Ore 18,30: Riunione per Portatori e Sorelle.

O.d.G.: Preparazione Manifesto della Festa di Maggio

e soprattutto: impegni personali per la festa.

Nessuno degli associati sia assente.

E’, forse, possibile anche la prova del trasporto della Macchina processionale, con la nuova base allargata, della Statua della Madonna del Carmelo.

E’ necessario, per tale occasione, che chi ha piacere di far parte della Associazione Portatori (se non l’ha già fatto), trasmetta in parrocchia, oltre ai nomi ed indirizzi, anche la sua altezza, per terminare la formazione delle squadre.

 

Nota: per far parte della Associazione Portatori e Sorelle l’unica condizione da soddisfare è aver piacere di essere devoti a Maria, Madre di Gesù.
Il traguardo da raggiungere: otto squadre; composte, ognuna, di otto persone.

 

  1. Domande di Iscrizione ai GR.uppi EST.ivi 2016, presso Parrocchia Ss. Filippo e Giacomo, Vetralla,

Si possono presentare dal 1° Aprile al 30 Aprile. Il Calendario Gr. uppi Est. ivi :

Martedì 26 Aprile, ore15,30, Riunione Animatori: Sala piazza Franciosoni

Lunedì Maggio2, ore 15,30: Formazione delle squadre (4); ordinazione divise (colori e misure)

30 Maggio: pomeriggio di Giochi e Sport presso la Villa Comunale “P. Canonica” a partire dalle ore 15,00

31 Maggio Festa-Spettacolo a Conclusione Anno Catechistico e come Inizio Gr.uppi Est.ivi dalle 18,00 in piazza G. Marconi.

La Domanda di partecipazione deve essere presentata presso la Parrocchia (Anche per via E-Mail all’indirizzo: parrocchia.sfeg@gmail.com)

I moduli  si possono avere in Parrocchia

e si trovano anche su www.sfeg.it

Concorso LOGO Gr.Est. 2016

Concorso Logo Grest 2016

Avviso Gr.Est. 2016 e Festa Madonna del Carmelo

Vetralla 30-marzo 2016

 

  1. Festa della Madonna del Carmelo – Associazione Portatori e Sorelle della Madonna.

Entro i primi giorni del mese di Aprile si terrà, in piazza G. Marconi, la prova del trasporto della Macchina processionale, con la nuova base allargata, della Statua della Madonna del Carmelo.

E’ necessario, per tale occasione, che chi ha piacere di far parte della Associazione Portatori (se non l’ha già fatto), trasmetta in parrocchia, oltre ai nomi ed indirizzi, anche la sua altezza, per terminare la formazione delle squadre.

 

Nuovi aspiranti a partecipare, come Portatori e Sorelle, alla Festa della Madonna del Carmelo, diano in Parrocchia il loro nome per la preparazione di distintivi e fasce in numero sufficiente (se non lo avessero già fatto).

La comunicazione può esser fatta anche attraverso questo indirizzo E Mail.

 

Nota: per far parte della Associazione Portatori e Sorelle l’unica condizione da soddisfare è aver piacere di essere devoti a Maria, Madre di Gesù.

 

  1. Domande di Iscrizione ai GR.uppi EST.ivi 2016, presso Parrocchia Ss. Filippo e Giacomo, Vetralla,

Si possono presentare dal 1° Aprile al 30 Aprile. Il Calendario Gr. uppi Est. ivi :

Aprile

Riunione Animatori: Martedì 26, ore15,30, Sala piazza Franciosoni

Maggio

2 Maggio: Formazione delle squadre (4); ordinazione divise (colori e misure)

30 Maggio: pomeriggio di Giochi e Sport presso la Villa Comunale “P. Canonica” a partire dalle ore 15,00

31 Maggio Festa-Spettacolo a Conclusione Anno Catechistico e come Inizio Gr.uppi Est.ivi dalle 18,00 in piazza G. Marconi.

Giugno

Sabato\Domenica, Messa: 5\6-12\13-19\20-26\27

Giorni di attività (dal Martedì al Venerdì):

7-8-9-10

14-15-16-17

21-22-23-24

28: Prove della Festa-Spettacolo

29: Festa-Spettacolo

La Quota di iscrizione e partecipazione (comprende Maglietta, Assicurazione, Attrezzature) verrà comunicata a giorni.

La Domanda di partecipazione deve essere presentata presso la Parrocchia (Anche per via E-Mail all’indirizzo: parrocchia.sfeg@gmail.com)

I moduli  si possono avere in Parrocchia,  anche da questi documenti e, dai prossimi giorni, si trovano anche su www.sfeg.it e al seguente link modulo partecipazione gr. est. ragazzi

Pasqua 2016 Alla Comunità Parrocchiale in occasione degli auguri pasquali. Come augurio e programma per la vita cristiana.

Pasqua 2016

Alla Comunità Parrocchiale in occasione degli auguri pasquali.

Come augurio e programma per la vita cristiana.

Carissimi,

stiamo vivendo giorni di testimonianza: cerchiamo di offrirla

ed offrirla in forma efficace.

Cerchiamo di educare noi e gli altri non a chiacchierare, ma a realizzare, sapendo ciò che vogliamo.

Preghiamo perché quello che vogliamo

corrisponda a quello che il Signore vuole da noi per il Regno di Dio.

Carissimi,

non possiamo limitarci a piangere le vittime

dobbiamo preannunciare il futuro!

  1. Abbiamo difetti che combattono contro l’essere Popolo di Dio e che ostacolano e rallentano il compiersi della Volontà di Dio, qui sulla Terra come nel Cielo.

Viviamo in una società dove tutti siamo pronti a puntare il dito, dove non si fa altro che giudicare il prossimo.

Questo affligge soprattutto le giovani generazioni.

Per evitare giudizi, ci sentiamo costretti a curare la nostra immagine e ad indossare una “maschera” davanti agli altri, per essere accettati dalla massa.

 

  1. Evitiamo di giudicare e condannare;

invitiamo, invece, ad un impegno collettivo; con questo solo si può rendere il mondo un posto migliore.

Non si tratta solo di predicare la bontà, occorre essere buoni!

Occorre lavorare per la Verità, la Bontà, la Bellezza

come esperienza di Popolo, di noi come Popolo;

non basta essere individui che compiono il bene, il Bello, ma rimangono soli.

Dobbiamo avere il desiderio, l’aspirazione,

il sogno realizzabile di diventare Popolo di Dio.

  1. Non basta desiderare di andare in Paradiso.

Dobbiamo imparare a desiderare di costruire il Paradiso.

Non basta desiderare e pregare: occorre testimoniare la presenza del Paradiso,

iniziato da Cristo in quella Cena di più di duemila anni fa’ sapendo che quella Cena si perpetua e realizza ancora oggi per mezzo di noi che condividiamo i sogni di Gesù e la sua speranza.

Dobbiamo, anche noi, avere coraggio di parlare del suo Regno.

Parlare di quel Regno che ricordiamo nel Padre nostro,

che spesso recitiamo,

ma che, non sempre, fa palpitare il cuore quando diciamo

“Venga il tuo Regno”.

 

Questa espressione era il sogno di Gesù e dei primi cristiani.

Sono anche il nostro sogno? O abbiamo cessato di far parlare la Speranza?

A poco a poco la grande speranza predicata da S. Paolo

ha cessato di animare l’attesa della maggior parte dei cristiani?

Ci siamo abituati a chiamare “Salvezza”

soltanto la salvezza della nostra anima,

dimenticandoci che l’Uomo è indivisibile nella sua persona

e che la Redenzione e la Speranza riguardano “tutto” l’Uomo?

  1. L’Eucaristia che oggi celebriamo è costruire ponti e non abissi.

 

L’Eucaristia ci aiuta ad essere cittadini in un Popolo:

convocati per una scelta, chiamati ad una lotta,

chiamati alla appartenenza ad una società e ad un popolo

(che, quando è convocato dall’Eucaristia diviene Popolo di Dio).

Non siamo chiamati ad essere mucchio,

Non siamo chiamati ad essere massa,

ma popolo e Popolo di Dio che condivide, non contrasta.

  1. Il tempo che stiamo attraversando

è l’occasione per decidere e per sostenere una vita sociale e politica di diritti umani che aiuti la costruzione di un’identità nazionale e cittadina basata sulla memoria, la verità e la giustizia.

È l’occasione per rileggere la storia secondo una chiave di speranza.

È l’occasione per mobilitare le energie sociali attorno a un progetto più generoso, ampio, che valorizzi tutte le no­stre potenzialità.

Questa idea di progetto, che percorre diverse tappe della nostra storia, si presenta come

un sogno, in concreto realizzabile,

una Speranza affidabile;

è guardare al futuro, scriverlo, co­struirlo, giorno per giorno, con decisioni e azioni in dialogo armonico con il dono ricevuto.

Il progetto è la nostra inten­zione e speranza,

è come cercare di anticipare la storia.

 

  1. Gesù Cristo, Signore della storia, abbiamo bisogno di te.

Ci sentiamo feriti e oppressi.

Abbiamo bisogno del tuo conforto e della tua forza.

Vogliamo essere nazione, una nazione la cui identità

sia la passione per la verità e l’impegno per il bene comune.

Dacci il coraggio della libertà dei figli di Dio

per amare tutti senza escludere nessuno,

privilegiando i poveri e perdonando quelli che ci offendono,

rifiutando l’odio e costruendo la pace.

 

Concedici la saggezza del dialogo e la gioia della speranza che non delude.

Tu ci convochi.

Siamo qui, Signore, vicini a Maria, che,

dai monti del Carmelo e dalla Parola di Dio,

ci dice:

Canta e cammina!

Gesù Cristo, Signore della storia, abbiamo bisogno di te. Amen.

  1. “Donna perché piangi?” Non ci accorgiamo più che Dio in Gesù è fra noi.

Abbiamo occhi in lacrime, perché pronti a guardare solo la nostra miseria.

Diciamo a questa città tutta:

  1. dì il nome di Dio, prendi Dio a sostegno e luce per la tua storia,

racconta Dio ai tuoi giovani figli

perché non si ammalino di solitudine

e non si ritrovino schiavi di pericolose libertà;

prega non per essere una città religiosa,

piuttosto una città lieta e bella,

dove splende la bellezza e la dignità di uomini e donne

che sono e vivono la paternità.

  1. Compi il bene: non programma per la pigrizia,

né campo aperto per le violenze dei furbi,

né sogni di fatui spiritualismi.

La città “bella” non è la città simile a quella costruita da Caino.

La città di oggi non ha bisogno di un lamentoso pettegolezzo,

né di asservimento a stanche ideologie,

né tanto meno di privilegiati e storici arroccamenti.

La città, oggi, ha bisogno di me!

La città ha bisogno di una Chiesa serva della verità di Dio

e della Sua misericordia;

ha bisogno di solidarietà per un recupero di felicità più diffusa;

ha bisogno di una politica di condivisione misurata sulla persona e non sulle appartenenze;

ha bisogno di una cultura che metta la scienza e il sapere al servizio di tutti;

ha bisogno di prossimità per essere attenti samaritani e non frettolosi ed egoisti analisti del sociale;

ha bisogno di bellezza, goduto risultato di una personale attenzione e partecipazione verso l’arredo urbano.

La città ha bisogno di essere casa serena ed educante

verso le nuove generazioni che custodiscono speranza,

ma che sembrano invecchiate da infeconde soddisfazioni”.

 

B u o n a   P a s q u a:

da   t u t t i   a   t u t t i ! !

Come un Giornale – Pasqua 2016

E’ online ‘Come un Giornale’ numero unico per la Pasqua 2016
clicca per scaricare
Come un Giornale Pasqua 2016

Festa di S. Antonio Abate a Vetralla 2016

L’appello rivolto alla comunità nella riunione del 13 gennaio ha avuto un immediato riscontro nella popolazione e nelle associazioni della Comunità vetrallese.
La Benedizione degli animali domestici, nella festa di S. Antonio Abate, questo anno, ha avuto il momento saliente nella partecipazione di circa 20 cavalieri con i loro cavalli, circondati, nella piazza antistante la chiesa, da cittadini con animali domestici (non mancava il “porchetto”) e dai fedeli intervenuti alla celebrazione festiva.

Momento importante non solo per la vita devozionale del popolo vetrallese, ma anche impegno sociale a favore della promozione della collaborazione e cooperazione per la bellezza e la sicurezza della vita sociale.
Troppe volte ci si limita a protestare e criticare sia per ciò che accade che per ciò che non accade, mentre poco spazio si attribuisce a tutto ciò che si realizza e rende bella la vita. E’ stato questo un momento importante che comporterà, nel non lontano futuro, altri impegni sia dei cavalieri che di tutti i partecipanti a questa celebrazione di vita religiosa e sociale.
Ai partecipanti è stato donato, dalla comunità parrocchiale, un ricordo ed un invito a partecipare alle attività comunitarie in programmazione: invito al quale già è stata data risposta favorevole ed entusiasta da parte di tutti i convenuti.

Qualche cenno sulla presenza a Vetralla della devozione a S. Antonio Abate è opportuno ricordare anche per far rivivere la devozione degli agricoltori e allevatori vetrallesi che, nel 1715, fecero voto di ampliare, quasi ricostruire e dedicare a S. Antonio Abate, la chiesetta del 1500, a motivo della guarigione operata, per intercessione di S. Antonio Abate, da gravi malattie degli animali domestici.
S. Antonio Abate è il patriarca del monachesimo.
Nacque intorno al 250 a Coma (l’odierna Qemans).
Nei 285 si stabilì verso il mar Rosso. Nel 311 si recò ad Alessandria a servire e a incoraggiare i confessori della fede. Stabilì, poi, di addentrarsi nel deserto della Tebaide orientale (alto Egitto). Tornò nuovamente ad Alessandria per combattere gli Ariani.
Morì il 17 gennaio 356 e in tale giorno si festeggia.
S. Antonio abate ha la fama di guaritore dall’herpes zoster, o « fuoco di S. Antonio ».
In tutta Italia il 17 genn. si benedicono gli animali domestici.

Nella chiesa s. Antonio Abate in Vetralla, del 1715, la rappresentazione di S. Antonio Abate è simile a quelle del mosaico di Monreale e dell’affresco dell’eremo di Monte Morrone. Sono immagini rare: seduto in trono con la Croce abbaziale, in atto benedicente, porta il pastorale e la mitria. Non c’è la raffigurazione del fuoco; l’animale che si scorge dietro il trono è, non un maiale, ma un cinghiale (come nel Duomo di Monreale).
La chiesa S. Antonio Abate è del 1500; in essa il Santo è raffigurato mentre dà la regola ai suoi monaci Macario ed Amathas; accoglie i monaci; conforta e conferma nella fede i cristiani di Alessandria; fa visita al primo degli eremiti cristiani (S. Paolo eremita); cavalca il demonio sotto la forma di un drago.
Nella chiesa, restaurata dal 1973, la rappresentazione del Santo è nelle Vetrate (opera dell’artista vetrallese Rosanna Giuliani Braccioli) dove è raffigurato mentre accoglie i Santi Filippo e Giacomo e nella prerogativa di essere patrono e protettore della vita semplice dei campi e degli animali domestici.

Incontro – Dibattito – Riunione presso la Sala Ss. Filippo e Giacomo,Mercoledì 13 gennaio, alle ore 18,00

scarica il manifesto    Manifesto 13 gennaio 2016 Manifesto 13 gennaio 2016png_Page1

Buon Natale … anche Bello. Preghiamo perché divenga Vero per ogni persona.

Buon Natale … anche Bello.

Preghiamo perché divenga Vero per ogni persona.

 

  1. Una vita “da correre” diviene oppressiva: ci si rifugia, quasi sfuggendola, nelle favole.

Ma il Natale dei Cristiani non è favola. E’ Storia. Così educhiamo, così educhiamoci.

 

2.La Parola di Dio si fece Carne: si fece vita nella Storia dell’Uomo che diventò, allora, Storia di Salvezza.

Così sia, anche oggi, Storia di Salvezza. E’, però, necessario che non solo la Parola di Dio divenga Carne e Storia; anche la parola nostra divenga carne e storia perché anche noi possiamo far parte della Salvezza.

 

  1. Per fare auguri sono sempre troppe, o troppo poche, le parole che proclamiamo: occorre che l’augurio sia donato dalla Parola di Dio che sempre è Vera, sempre si Avvera:

 

Dal Profeta Isaia:

“Il popolo che camminava nelle tenebre ha visto una grande luce.

Hai moltiplicato la gioia, hai aumentato la letizia.

Perché un bambino è nato per noi, ci è stato dato un figlio”.

 
Dalla lettera di san Paolo apostolo a Tito 2,11-14

“Figlio mio, è apparsa la grazia di Dio, che porta salvezza a tutti gli uomini e ci insegna a rinnegare l’empietà e i desideri mondani e a vivere in questo mondo con sobrietà, con giustizia e con pietà”.


Dal vangelo secondo Luca 2,1-14

“Diede alla luce il suo figlio primogenito, lo avvolse in fasce e lo pose in una mangiatoia,

perché per loro non c’era posto nell’alloggio”.

«Non temete: ecco, vi annuncio una grande gioia, che sarà di tutto il popolo:

oggi, nella città di Davide, è nato per voi un Salvatore, che è Cristo Signore.

Questo per voi il segno: troverete un bambino avvolto in fasce, adagiato in una mangiatoia».

«Gloria a Dio nel più alto dei cieli e sulla terra pace agli uomini, che egli ama».

 

L’augurio di pace, di giustizia, di verità divenga vero per tutti poiché Dio Ama.

 

SFEG.IT per devices ‘Mobile’ (Smartphones e Tablet)

Da oggi è attivo il sito in versione ‘mobile’ cioè una versione fatta per i telefonini o smartphones e tablet. Se un utente accede al sito tramite il browser del suo device mobile , il sistema chiederà se vuole passare alla versione mobile. Accettando con in clic si accede al sito mobile che è molto più sintetico ed efficace per comunicare attraverso i devices mobile.

E’ la prima versione e quindi perdonateci qualche malfunzionamento iniziale

Provare per credere!!!!

Corso per Catechiste/i

Manifesto Corso Catechiste

Manifesto Inaugurazione Anno Catechistico

Diapositiva1Diapositiva2

Diapositiva3

Programma attività parrocchiali per la Festa della Parola

Attività parrocchiali per la Festa della Parola

Immagini della festa conclusiva dei GrEst 2015

Pubblichiamo le immagini della splendida festa che ha concluso i GrEst 2015. Da queste immagini si nota che tutto è avvenuto in un clima gioioso. GRAZIE!!!! a TUTTI coloro, grandi e piccoli, che con il loro apporto e la loro partecipazione hanno fatto sì che tutto ciò si realizzasse.

 

Orario Benedizione Famiglie (Pasqua 2015) e Mese di Maggio (a.d. 2015)

Iniziamo ad organizzarci PDF

Per Stare Insieme – Sabato 3 Gennaio 2015 ore 15.00

Ferrari Ginopng_Page1

Come augurio per il Natale vorrei manifestare la serena speranza di esser parte di una Comunità viva e vivace che si impegna per testimoniare la presenza di Dio. Nostra dignità parrocchiale

Carissimi,

andiamo fieri di auto glorificazioni, non gratuite, ma frutto di un lungo, costante, graduale impegno comunitario.

E’ la testimonianza della vita cristiana che vogliamo mostrare; la dignità di un Popolo di Dio (non di singole persone) in cammino che, seppur lentamente, cerca di seguire Gesù accompagnandolo dalla Nascita alla Cena, alla Risurrezione, al Dono dello Spirito.

Un pensiero di augurio, quindi, al termine dell’anno, per chi ha intrapreso, nella Comunità, un nuovo itinerario di fede: chi ha celebrato il Battesimo, ha partecipato alla Messa di prima Comunione, alla Confermazione nella Fede, alla prima Confessione, per chi sta costruendo la vita con la grazia del Matrimonio.

Un pensiero di profonda gioia, condivisa, a tutti gli animatori parrocchiali: catechisti e catechiste, lettori, coristi, organisti, Portatori e Sorelle della Madonna del Carmelo, ministri straordinari dell’Eucaristia; membri della Caritas, dell’Apostolato della Preghiera; a chi con generosità rende accogliente e serena la chiesa; ai membri dei Consigli Parrocchiali; a tutti coloro che lavorano ed aiutrano in silenzio per il progresso della comunità; ai malati che vorrebbero esser presenti e non possono, a tutti i fedeli della Comunità; a coloro che, con il lavoro delle loro mani, rendono belli i locali della Comunità.

A.tutti coloro che hanno frequentato e frequentano e danno un contributo operativo per la vita comune vada la comune preghiera.

Sperando di non dimenticare alcuno chiediamo scusa a chi si sentisse, eventualmente, non ricordato.

Ai carissimi che hanno speso parte della loro vita ricostruendo la chiesa di muro e la Chiesa viva e che ora godono della gioia dei Santi la nostra devozione.

Auguri alla Comunità, tutta intera, perché possiamo continuare ad impegnare disponibilità ed entusiamo per rendere anora più la nostra Chiesa (che, ormai, sempre più insistentemente, chiamiamo Popolo di Dio) viva e vivace, insieme con i sacerdoti della Comunità Parrocchiale.

Concerto di Natale – sabato 27 dicembre – chiesa S. Antonio Abate ore 17.00

Corale Manifesto Concerto Natale 2014

Teatro di Natale – sala Ss. Filippoe Giacomo – lunedì 22 dicembre ore 15.00

Manifesto Teatro di Natale 2014

16-11-2014 Domenica XXXIII T. O. A

16-11-2014 Domenica XXXIII T. O. A

 Anno Liturgico Piccoli

Il Signore ha progetti; chiede di far progetti.

Ecco la Speranza Affidabile: «Io ho progetti di pace e non di sventura;

voi mi invocherete e io vi esaudirò,

e vi farò tornare da tutti i luoghi dove vi ho dispersi».

Pensiero

Le parabole di Gesù vanno ben al di là del livello morale; ci esortano a:

  1.  Valorizzare i doni ricevuti. Il dono, però, che il Signore ci affida è prima di tutto la sua Parola, che apre ideali infiniti per il futuro del Popolo di Dio e del Regno di Dio.
  2. Non essere, noi cristiani, solo «conservatori della Parola», per paura, o per difetto di fantasia e di iniziativa, di fronte alle necessità presenti.

Continueremo a coccolarci: con la narrazione rabbiosa delle miserie della nostra storia, riducendola a qualche piagnucolamento, o con complimenti sparati per ogni dove e falsi rispetti in cui da troppo tempo siamo rinchiusi?

Ripeto: E’ meglio accendere un fiammifero, che imprecare

O pensiamo di non essere tenuti ad accendere il Popolo di Dio?

  1. Ho timore che, per alcuni, questo sia il silenzio del Popolo di Dio, non il silenzio di Dio! Se parla soltanto uno, ad es. Papa Francesco, non risolve il problema. Non possiamo soltanto battere le mani o fischiare.

O è Popolo di Dio che ha bisogno di Speranza? E di Speranza Affidabile?

  1. Non confondere le preoccupazioni economiche con le preoccupazioni più gravi: quelle dei sentimenti umani, degli ideali di fede!

Quelle di non avere l’Ascolto della Parola, il suo conforto, le necessarie conseguenze operative?

Rende lieti che “alcuni” siano capaci di superare le intemperie per essere presenti alla Parola e all’Eucaristia.

Se, però fosse un Popolo di Dio, non alcuni… se il Popolo di Dio vivesse a pieno, non ci sarebbe bisogno di eroi!

 

Preghiera

Il tuo aiuto, Signore, ci renda sempre entusiasti e operosi nel tuo servizio.

 

Avvisi

Noi, Popolo di Dio, Chiesa, Sposa del Risorto dobbiamo «aderire a Dio» …

«Oggi, Qui»: nella comunione alla Parola, nella comunione al Pane, … non domani, chissà, forse!

Corale Vetrallese in concerto – Domenica 23 novembre 2014 ore 17.00 – chiesa di S. Antonio Abate

Manifesto S. Cecilia 2014 Corale

INIZIAZIONE ALLA VITA CRISTIANA – SETTEMBRE -OTTOBRE 2014

Avviso1 Festa della Parola 2014-2015_coloripng_Page1

Manifesto Anno Catechistico 2014-2015

Manifesto Anno Catechistico 2015-9-1

31-08-2014 Domenica XXII T. O. A

2014-8-31 Domenica XXII T. O. A

« Signore, nel mio cuore c’è come un fuoco ardente»

 sfeg_01

Pensiero

1. Gesù è Messia, ma non con quegli scopi e quei metodi che la gente si aspetta.

Gesù, anziché dire “Andate a dire alla gente che io sono il Messia”, “ordinò ai discepoli di non dire ad alcuno che egli era il Messia“.

Pietro “afferratolo”, cominciò a rimproverare Gesù: anche Pietro e gli apostoli sono vittime delle opinioni correnti; anch’essi si aspettano un Messia potente politico.

Forse anche noi vorremmo un Gesù come lo avrebbe voluto Pietro.

I pensieri dell’uomo, però, si scontrano con i pensieri di Dio.

 

2. Come si manifesta davvero la fede? Nel seguire lo stile di Gesù, non nel pretendere di insegnargli la strada.

Gesù a Pietro dice: “Vattene, torna a metterti dietro di me, sei tu che devi seguire me e non io che devo venire dietro di te“.«Seguimi».

A Satana aveva, invece, detto: «Vattene satana» … e basta.

Di coloro che volontariamente, liberamente e per amore, mettono la propria vita, anche sacrificandosi, a disposizione degli altri, dice Gesù: “Chi perderà la propria vita per causa mia la troverà”.

 

Preghiera

Gesù illumina il nostro cuore; abbi pietà di noi, Signore:

facci comprendere a quale speranza ci ha chiamati.

 

Avvisi

Non siamo di scandalo (pietre che hanno una parte scoperta e una parte confitta in terra: uno non se ne accorge e inciampa).

Pensiamo come pensa Dio, non come pensa “la gente”.

Non speriamo, ognuno di noi, di essere la misura del tutto!

«Rinneghiamo noi stessi»: non frustriamo le nostre esistenze; rinunciamo ad ideali di ambizione.

***

Orari del mese di Settembre:

Don Lamberto prega di fare “Passa parola” per i seguenti avvisi:

S. Messa feriale e Sabato: 17,00

Ss. Messe festive: 8,15 – 10,15 – 11,15

Riunione per Catechiste e Animatori: Lunedì 1° Settembre, ore 15,30,  presso la Sala del Centro Giovanile Ss. Filippo e Giacomo, piazza Franciosoni. La riunione inizierà con puntualità.

Tema della Riunione: Presentazione in Power Point di “Un anno di Iniziazione alla Vita Cristiana diverso dagli altri anni. E’ programmabile?”.

GrEst 2014- Si conclude un mese in Festa!

27 giugno 2014

Si   conclude un mese in Festa!

Presso   il piazzale antistante la    chiesa   della   Parrocchia Santi   Filippo e   Giacomo,     si è svolto   lo spettacolo per festeggiare la chiusura del Grest.

 

Quest’anno e stato     raggiunto     un numero     di partecipanti di molto superiore rispetto agli      anni precedenti: circa   130 bambini la mattina, per tre settimane, si sono riuniti al cent ro anziani     per gridare al cielo il motto del Grest 2014, ovvero “Sogni di Libertà. Ci Siamo” per far sentire a tutti che anche Noi ci siamo!

Grest 2014 Festa di colori dall'altoNonostante il tempo non sia stato nostro alleato, gli animatori sono riusciti a far divertire, giocare e       socializzare i bambini. Alla fine del   Grest, alla domanda “Ti sei divertito?”   la cosa   più bella   era sentire   le parole “Si.   mi sono divertito tantissimo e mi dispiace che sia già finito, vorrei venire   a giocare anche la prossima settimana.

Queste parole,   unite ai loro sorrisi e ai ringraziamenti e ai complimenti fatti   dai   genitori dei   bambini, hanno ripagato ogni nostro sforzo.

Grest 2014 Festa di colori dal basso con il pubblico

Forse “Sogni di Libertà. Ci Siamo” è stato il grest   più bello,   perché   non   si sono   divertiti   solamente     i bambini, ma anche gli animatori stessi che si sono messi in gioco, per far vincere e sostenere  la propria squadra.

Grest 2014 Gli Animatori ... in futuroCon la chiusura del Grest 2014 gli animatori più grandi, ovvero quelli nati nel 1996, hanno passato il testimone agli animatori     “più   piccoli” , in quanto il prossimo anno saranno impegnaticon l’Esame di Maturità, ciò non toglie che andranno ad assistere allo spettacolo del Grest 2015 come spettatori.

Grest 2014 Festa con il pubblico

Un   ringraziamento speciale va poi al nostro parroco Don Lamberto senza il quale tutto ciò non si   sarebbe potuto realizzare, e che ci ha dato la possibilità di stare insieme, di fare nuove amicizie e di rendere i giorni di giugno più belli e piacevoli.

Giusy

 

 

 


 

GrEst 2014 – Come un giornale (N. unico)

Clicca Come un giornale GrEst 2014  o sull’immagine sottostante per visualizzare il documento intero

 

Come un giornale  GrEst 2014

 

Venerdì 27 giugno 2014

Manifesto 2 Gr Est 2014

15 – 6-2014 Domenica «della SS. Trinità»

2014-6-15 Domenica «della SS. Trinità»

… perché grande è il suo amore per noi…

Pensiero

Dio Padre, Egli che il proprio Figlio non risparmiò,

come non ci gratificherà con Lui di tutto? (Rom 8,31-32).

L’Amore di Dio, tenero, tardo all’ira, grande in Bontà e Fedeltà gratifica.

1. Dio non entra nella storia umana per giudicare, per formulare sentenze e condannare: il suo fine non è la morte del peccatore, ma la possibilità di una vita nuova.

2. ”Chi crede…”: L’adesione dell’uomo alla persona storica di Gesù Cristo è, però, determinante ai fini della salvezza.

“Chi non crede…”: il giudizio o la salvezza dipendono dall’atteggiamento con cui ogni uomo risponde all’offerta amorosa compiuta da Dio.

«E il giudizio è questo…»: È la lotta, che investe e coinvolge senza scampo tutti gli uomini.

«Chiunque fa il male…»: non vuole credere alla sua Parola; non vuole aderire alla sua Persona.

«Chi fa la verità…»: chi accoglie davvero la Parola; chi è davvero in comunione con Gesù, Figlio di Dio.

Preghiera

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo, a Dio, che è, che era e che viene.

Avvisi

Come parlare di Dio? Chi potrebbe comprenderlo?

Dio solo è veramente capace di parlare di Dio, e lo fa diventando Uomo in Gesù Cristo.

Lui è divenuto Uomo perché noi diventassimo Figli di Dio.

Prima impariamo a parlare a Lui; poi sapremo parlare di Lui.

Sognare, immaginare, sentirsi liberi; lo stato dell’anima in cui ogni emozione è sospesa tra realtà e fantasia. Ricostruire e ripresentare “sogni di libertà” racchiusi in ciascuno di noi. … Fino all’orlo!

Gruppi Estivi Parrocchiali (GrEst 2014)

LOGO GREST2014Gruppi Estivi Parrocchiali (GrEst 2014)
Lunedì 9 giugno dalle ore 15,00 alle ore 16,30
presso la Sala Parrocchiale di Piazza G. Marconi,28
sarà distribuito il materiale necessario per GrEst 2014.
E sarà anche ritirato un contributo familiare per le spese necessarie per i Gruppi Estivi.
Chi legge l’avviso passi voce.
Don Lamberto

GrEst 2014 – Noi Ci Siamo

Manifesto Grest 2014 2

“Sogni di libertà”, motto dei Gruppi Estivi, dal 10 al 27 giugno 2014

LOGO GREST2014Il motto Sogni di libertà”, dei Gruppi Estivi del 2013, della Parrocchia Ss. Filippo e Giacomo, in Vetralla, viene replicato questo anno dal 10 al 27 giugno 2014 con una aggiunta che testimonia la volontà e la costanza di un gruppo di giovani volenterosi ed attenti.

Questo è significato dal “Ci Siamo!” aggiunto al logo del 2013: i partecipanti ai Gruppi Estivi sono, quasi nella totalità, i medesimi ragazzi e giovani assidui, in tutto l’anno pastorale, alle celebrazioni e alle attività catechistiche parrocchiali. La determinazione educativa dei giovani sta portando buoni frutti.

I Gruppi Estivi sono per noi realizzare nel gioco ciò che meditiamo nella Preghiera e nel Catechismo che noi chiamiamo ormai “Iniziazione alla Vita Cristiana”.

Per capire e fare Sogni di Libertà occorre aprire la Bibbia:

Sogni di libertà è tratto da testi biblici che riguardano gli Apostoli protettori della nostra comunità parrocchiale, Giacomo e Filippo, e che determinano gli ideali da ricercare:

1. come l’Apostolo Filippo anche noi vogliamo vedere il Signore (Giovanni ) e diciamo: «Signore, mostraci il Padre e ci basta»(Giovanni     ).

2. come l’Apostolo Giacomo vorremmo vivere con grande libertà e con coerenza di vita come chi fissa lo sguardo sulla legge perfetta, la legge della libertà, e le resta fedele, non come un ascoltatore smemorato ma come uno che la mette in pratica,e vorremmo trovare la nostra “felicità nel praticarla” (Giacomo 1, 25). “Ci Siamo!!” sarà cercare di “Parlare e agire come persone che devono essere giudicate secondo una legge di libertà, perché il giudizio sarà senza misericordia contro chi non avrà avuto misericordia, sapendo che la misericordia ha sempre la meglio sul giudizio” (Giacomo 2,12).

La libertà dei figli di Dio non è limite. La Libertà è Dio che ama; Dio non è limite; l’Amore non è limite.

Provare a dare il senso della vera libertà, della Verità e della Libertà, aiutando a capire il senso di tutto ciò che ci circonda.

Capacità di professare le proprie opinioni, fiducia, speranza di futuro,di esercitare pienamente ogni possibilità vitale e farlo in modo che si comprenda una volontà di collaborazione amorevole con gli altri.

Vivere un’amicizia, un’intesa, un patto, una alleanza con Dio e con l’Uomo, Vivere per la Bellezza.

Sogni di libertà è sognare, immaginare, sentirsi liberi, sospesi tra realtà e fantasia.

Vogliamo imparare a ricostruire e ripresentare “sogni di libertà” racchiusi in ciascuno di noi.

35° della CORALE Vetrallase – 17 maggio 2014 ore 21.30

Manifesto Concerto Festa 2014

Calendario attività GrEst 2014

Locandina Grest 2014

Manifesto Festeggiamenti Madonna del Carmelo 2014

Manifesto Festa Leopng_Page1

Spettacolo con ospite d’onore Laura Leo – Festa Madonna del Carmelo – 18 maggio 2014

Manifesto Tombola 2014

Lunedì 14 Aprile ore 15.00- Sala Ss. Filippo e Giacomo-FESTA DI RESURREZIONE 2014

Manifesto Festa di Risurrezione 2014

Riunioni Genitori per le attività di Iniziazione alla Vita Cristiana

Parrocchia Ss. Filippo e Giacomo

Vetralla

……………………………………

Riunioni Genitori

per le attività di Iniziazione alla Vita Cristiana

 

Per tutti i genitori che sono stati assenti alla riunione di Giovedì 5 febbraio

  • Giovedì 13 febbraio, alle ore 15,30, presso la Sala del Centro Ss. Filippo e Giacomo, piazza Franciosoni,

per genitori e ragazzi delle Scuole Medie e Superiori, per gli Adulti.

 

  • Giovedì 20 febbraio, alle ore 15,30, presso la chiesa parrocchiale, piazza G. Marconi, per tutti i genitori ed i bambini delle Scuole Elementari, per gli Adulti.

 

Tema della riunione:

Sacramenti e Vita cristiana

Relatori:           Don Titus Mburu

                              Don Lamberto

Presentazione del Restauro-Sabato 15 febbraio 2014 alleore 16.00

Sabato 15 febbraio 2014 alleore 16.00 , presso la chiesa di S. Abate,Presentazione del Restauro dei dipinti

Manifesto presentazione dipinti

Appuntamenti importanti

Appuntamenti importanti

 

5 Gennaio Domenica II dopo Natale

Alle ore 16,00, presso la Sala del Centro Giovanile Ss. Filippo e Giacomo, in piazza Franciosoni:

Festa della Befana.

Sono attesi tutti i bambini, i ragazzi, i giovani e i loro genitori.

Portare alla festa dolci e bibite per divertirci insieme con Karaoke, Canti, Poesie, Balli di gruppo.

A tutti i bambini le Befane (diverse Befane si daranno convegno nella sala) porteranno calze.

6 Gennaio: Epifania del Signore.

Festa dei Bambini

Alla Messa delle ore 10,15:

Benedizione dei Bambini e delle Mamme in attesa.

All’Offertorio della Messa: Testimonianza di Fede e Carità con Doni  alimentari per i poveri.

 

8 Gennaio, ore 18,30, chiesa S. Antonio Abate,

Sorelle e Portatori della Madonna del Carmelo:

Preghiera e dialogo

Tema, da Papa Francesco:  Noi come Cittadini, Noi come Popolo

Incontro Giovani Dicembre 2013

Incontro giovani dicembre 2013

27 Ottobre 2013 Domenica XXX T. O. C

27 Ottobre 2013 Domenica XXX T. O. C

Pensiero

Gioisca il cuore di chi cerca il Signore

Giusto è chi si riconosce debitore a Dio del perdono.

L’apertura alla salvezza di Dio è la nostra giustificazione.

Gratuitamente ci troviamo «giustificati», e non grazie ai nostri sforzi.

Esiste anche il fariseismo del pubblicano!

Ci si mette in vista anche ostentando umiliazione

e vivendo l’ipocrisia di un’umiltà solo gestuale (umiltà pelosa!!).

Il rischio di noi cristiani è quello di dire:

«Ti ringrazio che non sono come quel fariseo».

Esiste anche il fariseismo al rovescio!

Non serve stare in fondo alla chiesa per esprimere il proprio disagio davanti a Dio dei peccati fatti, e allontanarci per continuare la nostra vita, con la scusa che «…tanto siamo tutti peccatori».

Voler apparire!!

L’umiltà si fa oggi sempre più rara mentre è l’unico discorso sensato che va fatto sia verso Dio che verso la Comunità dei fratelli.

Ogni giorno facciamo tante professioni false d’umiltà,

e, dovunque, si corre qua e là per farsi tributare, in ogni campo, elogi ed onori, che spesso si regalano a personaggi avidi ed immeritevoli.

Preghiera

O Dio, la preghiera dell’umile penetra le nubi;

fa’ che ci apriamo alla confidenza nella tua misericordia

per essere giustificati nel tuo nome.

Avvisi

Sono beati coloro i cui peccati sono stati perdonati.

E’ necessaria la preghiera umile:

 

Chiunque è esaltante se stesso, sarà umiliato,

chi è umiliante se stesso sarà esaltato“.

Lunedì: Mezz’ora con il Vangelo in mano dalle 17,30 alle 18,00

Ss. Messe

Domenica 27 Ottobre: 8,15-10,15-11,15

Venerdì 1 Novembre: 8,15-10,15-11,15

Sabato 2 Novembre: 8,15-16,45

Paolo Baroncini in maglia rosa al Giro d’Italia di handbike

Paolo Baroncini

“Era l’anno pastorale 2006-2007 quando un gruppo di catechismo composto da 23 ragazzi e ragazze, non propriamente calmi e tranquilli, si preparava a vivere la Messa della Prima Comunione. Il parroco cercava un metodo catechistico adatto a quel gruppo: fu trovato invitando i genitori a partecipare alla catechesi dei bambini.Insieme alle catechiste ed al parroco i genitori si misero al lavoro per accompagnare i bambini \ ragazzi alla Messa di Prima Comunione: si chiamavano Laura, Patrizia, Paolo, Lidia, Girolamo, Maria Laura, Sandro, Anna Maria, Giuseppe e altri. Dopo tanti anni è difficile ricordarli tutti.

Ed ora ricordiamo Paolo in quel compito di educatore alla fede insieme ad altre mamme ed altri papà. Gratitudine e gioia si uniscono per i traguardi raggiunti da Paolo. Gratitudine per questi genitori perché hanno segnato un cambio di mentalità nella vita parrocchiale: il risultato sono giovani che oggi si interessano con entusiasmo della vita della comunità parrocchiale.

La vittoria sportiva è poi grande perché è davvero la vittoria della vita. Grande vittoria costruita con impegno costante diffuso in mesi di viaggi, allenamenti, collaborazioni necessarie, cooperazione familiare. Ogni tappa è stato un traguardo esaltante ed il traguardo finale sempre un ideale da raggiungere e costruire momento per momento. E’ stata vinta una grande battaglia; il sorriso che spunta sulle labbra e sul cuore da’ luce ad una impresa sportiva capace di scuotere la sensibilità di osservatori attenti.

Un grazie a Paolo da tutta la comunità.

Un grazie anche a chi ha voluto una manifestazione parrocchiale, Gennaro Giardino, Renato Sini e alcune associazioni sportive del luogo che parteciperanno, perché attenti a cogliere l’umanità vera presente in ogni persona di buona volontà”.

Spettacolo di fine estate

Si è conclusa l’estate e con essa le vacanze, è tempo di tornare a scuola e al lavoro e delle nuotate al lago e le passeggiate in riva al mare se ne riparla tra un anno. Qui a Vetralla abbiamo deciso di salutare la stagione estiva con una festa tra balli e canzoni, organizzata da noi giovani della parrocchia Ss. Filippo e Giacomo e da tutti coloro che hanno voluto offrire il loro aiuto. L’evento, svoltosi il giorno 24 agosto, è stato un connubio di musica, danze e risate, grazie ai molti artisti, professionisti e non, che hanno partecipato ed hanno reso speciale una fresca serata estiva. Balli di ogni sorta e gli svariati generi musicali hanno rallegrato il pubblico, che aumentava con lo svolgersi della festa e che, alla fine, non ha resistito a danzare sui brani più celebri e conosciuti. Per non farci mancare nulla abbiamo anche avuto pizza, panini con la porchetta ed una lotteria di ricchi premi. Conclusa la festa, al momento di sistemare sedie ed attrezzature varie, eravamo tutti un po’ stremati, ma soprattutto felici, perché avevamo realizzato una bella serata in compagnia di amici e parenti con gioia, semplicità e senza pretesa alcuna. Speriamo, anzi sappiamo, che organizzeremo molte altre feste come questa, perché noi della parrocchia ‘SFEG’ (Santi Filippo E Giacomo) siamo inarrestabili, anzi, Siamo Forti E Gajardi.

Chiara

FESTA DELLA MADONNA DEL CARMELO 2013

Città di Vetralla – Parrocchia Ss. Filippo e Giacomo – Maggio 2013

FESTA DELLA MADONNA DEL CARMELO 2013

 

Il Comitato per i festeggiamenti dedica il programma dei festeggiamenti in onore a

Maria Regina del Carmelo, Maestra della Parola

19.       ore 11,00: Festa della Accoglienza, piazza G. Marconi

ore 13,00: Pranzo sociale per la Associazione della Madonna del Carmelo

ore 17,00: Sala Ss. Filippo e Giacomo, OperaExtravaganza presenta Il Pipistrello (J. Strauss), Danze

22.       ore 12,00: Supplica a S. Rita da Cascia

ore 12,15 piazza Marconi: Benedizione delle auto

25-26 maggio; Pesca di Beneficenza in favore delle Attività Giovanili e GrEst 2013

25.       ore 17,30, Piazza G. Marconi Concerto dei nuovi OverBeat

           

            ore 21,30: LODARE MARIA, Concerto

                                               presentato dalla Corale Vetrallese  e da  OperaExtravaganza

26.       FESTA DELLA MADONNA DEL CARMELO

            Ss. MESSE: ore 8,30 – 10,30 – 11,30 – 17,30

            ore 08,30: S.Messa degli “Infioratori

            ore 10,30: S. Messa delle “Sorelle

La Corale Vetrallese sostiene i canti della comunità parrocchiale

ore 17,30:  S. Messa  dei ”Portatori”

            ore 18,00: Solenne Processione

in onore della Venerata Immagine della Madonna del Carmelo

Accompagna i canti la Banda Musicale “O. Pistella

Scortano la Immagine della Madonna Carabinieri in Alta Uniforme

Al termine della S. Processione: Consacrazione delle famiglie alla Madonna del Carmelo           

“La Fiorita”  Artistica Infiorata

            Premi:            “La Fiorita”: Premi per le categorie: solo fiori – fiori ed altri materiali.

“Progetto: il progetto, presentato entro il 17 maggio, sarà restituito entro il 22 maggio. Premiazione personalizzata.

“Fiorita giovani”: per gruppi. Premi: 1° pizza con antipasto in pizzeria; 2° pizza in pizzeria; 3° pizza a pezzi!

ore 20,00: Piazza Marconi:  l’Associazione Meet Vetralla allieterà il vostro palato con una sfiziosa cena fredda

            ore 21,30: piazza G. Marconi, Concerto della Banda Musicale “O. Pistella”

 

27.       ore 15,00: Sala Ss. Filippo e Giacomo,  I Vangeli messi in scena

31.       Conclusione Peregrinatio Mariae

Giugno:

1-8-15-22-29: S. Messa GrEst, ore 18,00

1-2; 8-9;15-16;22-23: Pesca di Beneficenza in favore delle Attività Giovanili e GrEst 2013

2.         Premiazione de “La Fiorita 20013” (Non saranno attribuiti premi in denaro)

3.         Reposizione Immagine Madonna del Carmelo

Dal 13 al 29 Giugno: Gruppi Estivi Parrocchiali (G r E s t )

28.       ore 18,00-23,00: Villetta P. Canonica,Sogni di Libertà”, Festa di Comunità  

29.       ore 18,00  Messa conclusione GrEst

 

            Il Comitato ringrazia quanti contribuiscono alla realizzazione della festa, l’Arma dei Carabinieri,

l’Amministrazione Comunale,

Il Comitato

 

31 Marzo 2013 Domenica di Pasqua

croce31 Marzo 2013 Domenica di Pasqua 
Pensiero
Il primo giorno della settimana Cristo è Risorto dai morti 
e con la sua morte ha calpestato la morte e donato la vita.
E noi siamo testimoni di tutte le cose da lui compiute 
E Gesù ci ha ordinato di annunciare al popolo e di testimoniare. 
"Cristo risorto non è un'illusione.
Nella Pasqua del Signore anche l'incredulità di Tommaso,

provata da tanti cristiani di oggi, può aiutarci a scoprire il volto di Gesù" 
(Papa Francesco)
A noi credenti, come a Giovanni, interessano fatti obiettivi
Corriamo, come le donne del Vangelo, ad annunciarlo Risorto agli altri discepoli.
Questa è la "Speranza affidabile" di Papa Benedetto
questo è il: "Per favore non lasciatevi rubare la Speranza!" di Papa Francesco.
Il Signore Risorto, vuole far sapere ai fedeli di tutti i tempi: 
Soltanto dopo aver accolto la Risurrezione si comprende 
ciò che le Scritture profetizzano intorno al
Cristo e ciò che Gesù ha detto di sé.
Preghiera
O Padre, che in questo giorno, per mezzo del tuo unico Figlio, 
hai vinto la morte e ci hai aperto il passaggio alla vita eterna, 
concedi a noi di rinascere nella luce del Signore risorto.
Avvisi
"Per favore non lasciatevi rubare la speranza!".
 "Voi, giovani ci portate la gioia della fede 
e ci dite che dobbiamo vivere la fede con un cuore giovane, 
sempre, anche a settanta, ottant'anni. 
Con Cristo il cuore non invecchia mai".

Domenica 24 febbraio alle ore 10.15 – Celebra la Messa il Vescovo Peter Kihara della diocesi di Marsabit (Kenya)

Cattedrale Marsabit

Cattedrale Marsabit

Domenica 24 febbraio alle ore 10.15 nella chiesa di S. Antonio Abate – Parrocchia di Ss. Filippo e Giacomo, celebra la Messa il Vescovo Peter Kihara della diocesi di Marsabit (Kenia) . E’ il Vescovo di don Titus Mburu Mwangi. faremo festa con Lui. E’ invitata alla celebrazione per cooperare per i canti la Corale Vetrallese e animano la Messa i gruppi VIII e IX.

don Lamberto

11 febbraio ore 16.00 – FESTA IN MASCHERA

Tutti all’Imperiale…..

Giovani: il 19 alle 19,00 Un incontro da non mancare

Il Giornale SFEG n.8

Ormai non ne possiamo fare a meno !!!!!

E’ on line il n.8 de ‘Il Giornale SFEG”

A coloro che hanno preparato lo spettacolo conclusivo dei Gruppi Estivi 2012

Carissimi,

dobbiamo ricostruire lo spettacolo di Fine Grest 2012: potremmo ripresentarlo in sala o all’aperto come spettacolo autonomo.

Occorre fare l’elenco di tutte le parti, ritrovare tutta la colonna musicale, nomi e cognomi di tutte le persone che hanno agito.

Mettere tutto insieme con le fotografie, la colonna musicale e farne un CD.

Non si può lasciar cadere la cosa bella realizzata.

Mi aiutate?

Io inizio a ricostruire l’indice, i testi, ecc: mancheranno brani che sono stati inseriti dopo la prima stesura del copione.

Possibilmente presto, tra una mareggiata e l’altra.

don Lamberto

Ringraziamenti e Lodi per il Grest del 12-29 giugno 2012

Il Vescovo Lino per l’incoraggiamento ai giovani e lo spirito di comunione e partecipazione che infonde ai ragazzi … e a don Lamberto!

Lode vada direttamente e in modo spedito allo Staff degli Animatori del Grest: Bacciani Roberto,

Baroncini Elena, Baroncini Sara, Cesarini Elena, Ciancolini Giovanni, Cupelli Martina, Di Marco Veronica, Di Tofano Jessica, Evangelisti Chiara, Iacomini Benedetta, Montecolli Giovanni, Nicolini Benedetta, Papa Carolina, Petito Giuseppina, Piselli Susanna, Quagliarella Riccardo, Rubini Stella, Sanetti Chiara, Sanetti Sara, Speranza Serena, Venanzi Lucia, Venanzi Matteo.

Dirigenti: Gennaro Giardino, Massimo Canensi, Rolando Palmieri, Adelmo Frateiacci, Francesco Petito, Domenico Tedeschi, Lidia Papa, le Catechiste.

Gennaro Giardino: per la collaborazione nell’organizzazione e impostazione generale del Grest, per l’Impianto Luci e Amplificazione della base musicale dello Spettacolo di conclusione del Grest (La Speranzascaccia la paura), per i comunicati stampa, le fotografie.

Prof. Adelmo Frateiacci per il Sito www. Sfeg.it

AVIS: per le due giornate di sensibilizzazione alla donazione del Sangue e alla Sanità pubblica.

Centro Sociale Polivalente “Pietro Canonica” per l’ospitalità e l’accoglienza, per la collaborazione nella gestione della serata e dello spettacolo Giancarlo e Giancarlo

Coop Vetralla per il contributo

Corale Vetrallese: per la partecipazione allo spettacolo e per l’incoraggiamento alla cultura del Canto e della musica

CRI: per le giornate di esemplificazione e sensibilizzazione al Soccorso e all’aiuto fraterno

I Dialettanti: per lo Spettacolo offerto in occasione della Festa della Madonna del Carmelo e per l’offerta e la collaborazione nella organizzazione del Grest

Arnaldo Perugi: per i testi delle Commedie e la collaborazione alla partecipazione alla Messa dei ragazzi Laboratorio di Ceramica Alessia Sanetti: per la bella giornata di esperienza di Le mani creano e
l’entusiasmo che ha saputo dare ai ragazzi

Laboratorio di Découpage Rosanna Giuliani Braccioli: per la scuola di Découpage e le tegole ricordo per le Associazioni partecipanti al Grest

OperaExtravaganza: Susanna Ohtonen e Rud Hupperts per la partecipazione allo Spettacolo e per l’educazione e la scuola al Canto e al Melodramma

Renato Sini, anche se direttamente non ha partecipato alla realizzazione del Grest, è intervenuto più volte per queste attività parrocchiali

Rita Bacciani per il pane del Panificio Giancarlo Bacciani. Scuole di Danza:

Scuola Danza Moderna Pacetti per gli esercizi di danza, la partecipazione allo Spettacolo, la preparazione

dei ragazzi

Scuola Danza Classica, Giulia Ragonese, per la partecipazione alla preghiera, le spiegazioni sui significati della Danza e l’esperienza pratica

Scuole di Kung Fu: Stefano Smera, Roberto Paradisi, Luigi Monti per i molti giorni di intrattenimento dei ragazzi ed esperienza

Volontari del Soccorso – Protezione Civile: per le due giornate di spiegazione ed esperienza di protezione
civile

Tutti gli uomini per il trasporto di sedie e palco ( in particolare Sandro Gentili per il Camion) Sarebbe utile raccogliere tutti i nomi delle mamme che hanno collaborato

Tutte le donne e gli uomini per il rinfresco del trattenimento nel pomeriggio e nella serata del 29 giugno
Sarebbe utile raccogliere tutti i nomi delle mamme e dei papà che hanno collaborato
Polidori Nicola e Giuli Mondi Maria Virginia, quasi economi della serata: abbiamo potuto saldare i debiti del Grest. Non ci abbiamo guadagnato, ma con la collaborazione di tutti, non abbiamo gravatola Comunità Parrocchiale di altri debiti.

Le mamme per i dolci

Pesca Parrocchiale: Pace Lorena, Giuliani Braccioli Rosanna, Marilena De Grandis, Lidia Papa, Anna Rita Pettinari, Sara Cascioli, Catechiste nomi, … chi dimentico?

Elio Ferri, per il Comune di Vetralla, Associazioni Sportive

Giulio Zelli Menegali Jacobuzi, per il Comune, Servizi Sociali, pulmini per andare al Grest di Cura.

Riconoscimenti per il Grest parrocchiale sono stati attribuiti a:

Gennaro Giardino, Avis, CRI, Protezione Civile, I Dialettanti – Arnaldo Perugi, Kung Fu Luigi Monti,

Stefano Smera, Roberto Paradisi, Centro Sociale Polivalente P. Canonica – Giancarlo Latini – Giancarlo

Bizzarri, OperaExtravaganza Susanna Ohtonen e Rudolph Hupperts, Danza -Ragonese Giulia – Pacetti

Sandro e Serena Gavazzi, Viterterra – Alessia Sanetti, Corale Vetrallese – Serenella Andreoni ,  Adelmo Frateiacci (www.sfeg.it)

Conclusione Gruppi Estivi (GrEst)

Si sono conclusi i Gruppi Estivi (Grest) con un pomeriggio insieme presso la Villetta Pietro Canonica, in Vetralla.

Caratteristica del pomeriggio è stato il ritrovarsi insieme di bambini, giovani, adulti: genitori – figli uniti dall’ideale evangelico

La Speranza scaccia la paura.

Il tema deriva dal pensiero di Gesù, tratto dal Vangelo Secondo Matteo (10,26-27):

“Perciò non abbiate paura di loro, nulla v’è di coperto che non debba essere svelato e di nascosto che non debba essere conosciuto.

Ciò che dico a voi nelle tenebre, proclamatelo nella luce, ciò che udite nell’orecchio, annunciatelo sui tetti”.

Alcuni come animatori, altri come partecipanti abbiamo cercato di far nostro il pensiero e la preghiera di Gesù.

Associazioni di volontariato e private hanno dato la collaborazione al Parroco ed agli Animatori:  AVIS, CRI, Volontari del Soccorso, Scuole di Arti Marziali, Scuole di Danza Classica e Moderna, Laboratori di Ceramica e di Decoupage, Corale Vetrallese, Operaextravaganza hanno attivamente cooperato allo svolgimento del tema e delle attività.

 

Prevista la partecipazione della Parrocchia Ss. Filippo e Giacomo all’Open Day dello Sport del 14 Luglio, nel quale i ragazzi della parrocchia SS. Filippo e Giacomo si cimenteranno in una sfida di Calcetto con quelli della parrocchia di S. Maria del Soccorso di Cura di Vetralla, si è estesa questa collaborazione ad una giornata di Gemellaggio tra il Grest di Vetralla con quello di Cura di Vetralla,  la giornata di Giovedì 28 è stata vissuta insieme dai due gruppi di ragazzi e di giovani nella speranza di più ampie e fertili collaborazioni.

Lo spirito che anima la Speranza è il Vangelo; il modo di attuare il Vangelo: riunire insieme tutte le agenzie educative del territorio per unificare il linguaggio educante. Riuscire a superare la Babele di proposte, talvolta poco conciliabili, per avere un solo linguaggio educativo, un cuore ed un’anima sola.

Lo Spettacolo finale del 29 sera ha concluso il “pomeriggio insieme” ed è stato degno  coronamento di tre settimane di impegno. Tutte le attività svolte sono state riassunte nello spettacolo che ha avuto come centro musicale “I love you Lord”, cantato da don Titus Mburu Mwangi, e da “Ma il cielo è sempre più blu”. Danza classica e Moderna, esercizi di Arti Marziali, di Ginnastica artistica, cori di ragazzi e di giovani, Canti di musica popolare vetrallese e brani dal Melodramma hanno aiutato a mettere insieme il cittadino e il credente (Fratelli d’Italia – con l’alzabandiera, I Love You Lord – un cuore grande) per una sola Speranza affidabile. L’anima e il motore di tutto quanto: i giovani della “Pizza dell’Amicizia”.

Il Giornale SFEG n.7

Per qualcuno sembrava una operazione ‘impossible’ .

Ma siamo al numero 7 !!!

Il Vescovo Lino Fumagalli incontra i giovani nella Parrocchia Ss. Filippo e Giacomo in Vetralla

Il Vescovo Lino Fumagalli incontra i giovani nella Parrocchia Ss. Filippo e Giacomo in Vetralla

“Tante persone si sentirebbero onorate di poter avere un incontro con il Vescovo Lino in un tono familiare e  sereno. Noi lo abbiamo avuto. Tanti aspirano ad averlo e non ne hanno occasione”.

Questa è l’osservazione di un giovane della Parrocchia Ss. Filippo e Giacomo in Vetralla dopo l’incontro con il Vescovo Lino: incontro dal Vescovo desiderato e richiesto. Incontro semplice ed entusiasmante.

Non è normale: è fuori del normale: I giovani iniziano a vedere che la vita cristiana si sta aprendo davanti alle loro mani e ai loro cuori. Invece di chiudersi, come nel passato, dopo la Cresima.

Vivere in questa Famiglia delle Famiglie di Dio sta diventando bello!

La Famiglia non è un albergo, la Chiesa non è un albergo: i vocaboli con il “non è” cominciano ad essere sorpassati; possiamo iniziare a cantare cosa è.

 

I giovani dell’incontro con il Vescovo stanno animando i Gruppi Estivi 2012 ( Grest) dal 12 al 29 giugno sul tema: La Speranza dalle Scritture vince la paura.

Incontro semplice e familiare per giungere a comprendere come la vita di fede è fondata su un rapporto familiare con la Parola e il Pane per mezzo del Vescovo che introduce ad un incontro più ancora personale e comunitario con Dio.

 

Il Grest della Parrocchia riunisce circa 100 ragazzi e giovani in iniziative di divertimento e svago ma anche di vera sensibilizzazione alla fede e si concluderà il 29 pomeriggio con un incontro familiare  e uno spettacolo autogestito dai ragazzi e giovani della parrocchia insieme ad associazioni di volontariato che hanno circondato i ragazzi di testimonianze di vita vissuta: AVIS, CRI, Volontari del Soccorso, Scuola di Danza, Arti Marziali, Operaextravaganza, Corale Vetrallese, Attività libere, culturali, ricreative (Danza, Ceramica, Decoupage, Disegno, Canto), Adulti nella parrocchia, Animatori di gruppi giovanili, Catechiste.

 

All’ incontro con il Vescovo Lino era presente anche il Delegato delle Associazioni Sportive del Comune di Vetralla per il coordinamento delle attività delle Associazioni medesime.

 

Riusciremo a dimostrare che “Insieme si può?! Ed è bello?!”

La Speranza dalle Scritture vince la paura

GREST (GRuppi ESTivi)

Per i Genitori – AVVISO IMPORTANTE –

Tutti i Genitori dei ragazzi che frequentano la Nostra Parrocchia sono invitati a partecipare ad una riunione che si terrà il giorno mercoledì 2 maggio, alle ore 17.30, presso la Sala San Giacomo.

Lo scopo della riunione è quello di condividere l’organizzazione delle attività ludico sportive caratterizzanti il ‘mese di maggio’ e il GREST nel mese di giugno.


Modulo adesione al GREST 2012

Rendiamo disponibile online il Modulo per aderire al GREST di giugno 2012.

Modulo adesione Grest 2012

Avviso Cresima – Corale Vetrallese

Avviso importante

cresima – corale Vetrallese

Lunedì 23, ore 21,00:

chiesa S. Maria del Soccorso – Cura di Vetralla

Riunione di tutti i Giovani

della Cresima e dei familiari

Preghiera per la Settimana Vocazionale

Venerdì 27, ore 21,00:

chiesa S. Antonio Abate, piazza Marconi, Vetralla

Prove Canto e Celebrazione

della Messa della Cresima

Per la Corale Vetrallese: Prove di Canto Venerdì ore 21,00 Non Lunedì, ore 21,00

Giornale SFEG n. 5

Nell’augurare Buona PASQUA a Voi Tutti Vi invitiamo a leggere il n.5 del nostro giornale!

GRANDE SUCCESSO PER IL 1° MARTIAL EVENT LA SALA SS FILIPPO E GIACOMO STRACOLMA

Si è svolta sabato 17 marzo una manifestazione sportiva di arti marziali e sport da ring presso i locali della parrocchia di S. Filippo e Giacomo siti in Vetralla (VT) a piazza Franciosoni.
La dimostrazione ha visto la presenza di atleti e maestri di più discipline quali il Kung Fu con il Maestro Luigi Monti, il Kung Fu Wu Shu e Sanda con il Maestro Carlo Blengio e l’istruttore Bartoli Daniele, il Krav Maga con l’istruttore Stefano Smera, il Pugilato con il Maestro De Falco Alessio, la Muay Thai con l’istruttore Dimitri Pizzati, la Kick Boxing ed il K1 rules con il Maestro Renato Sini.
Sono intervenuti in qualità di ospiti d’onore Livio Treta (presidente C.O.N.I. Viterbo), Sandrino Aquilani (sindaco del comune di Vetralla), Elio Ferri (assessore allo sport del comune di Vetralla), Ida Brama (presidente pro-loco), Andrea Di Luisa (campione italiano pugilato), Renato Sini (pluricampione del mondo di combattimento), Piermaria Cecchini (attore). Si notava inoltre anche la presenza di Dario Bacocco (assessore all’ambiente del comune di Vetralla) ed Ivo Aquilani (comandante corpo di polizia locale di Vetralla).
Grande partecipazione del pubblico che in breve tempo riempiva completamente i locali parrocchiali dove si svolgeva l’evento.
Questa esibizione è nata da un’idea di Don Lamberto che, unitamente a Gennaro Giardino e Renato Sini, voleva dare rilievo a quegli sport considerati violenti ma che, al contrario, insegnano valori basilari come il rispetto, l’educazione e l’umiltà.
Il tutto, a dimostrazione di come uno sport con un confronto diretto, con il proprio avversario, non è altro che un modo di oltrepassare le proprie paure e mettersi in discussione superando i limiti personali.
L’evento ha avuto il patrocinio del C.O.N.I. e del comune di Vetralla (VT).

Consulta dei Giovani

CONSULTA DEI GIOVANI

Sala Centro Giovanile Ss. Filippo e Giacomo

Venerdì 16 marzo 2012 alle ore 15.30


Incontri Genitori – Figli ; Venerdì 9 marzo ore 15.30

Incontri  Genitori – Figli , Padrini – Madrine

Sala San Ss. Filippo e Giacomo

Venerdì 9 marzo alle ore 15.30 precise

Termine alle ore ore 16.30

Manifestazione di ‘Arti Marziali’ e ‘Sport da Ring’

SABATO 17 MARZO SI TERRÀ UNA MANIFESTAZIONE SPORTIVA DI ARTI MARZIALI E SPORT DA RING presso i locali della parrocchia di S. Filippo e Giacomo siti in Vetralla (VT) a piazza Franciosoni.  La dimostrazione, vedrà la presenza di atleti e maestri di più discipline quali il Kung  Fu con il Maestro Luigi  Monti, il Kung Fu Wu Shu e Sanda con il Maestro Carlo Blengio e l’istruttore Bartoli Daniele, il Pugilato con il  Maestro De Falco Alessio, la Muay Thai con l’istruttore Dimitri Pizzati, la Kick Boxing ed il K1 rules con il  Maestro Renato Sini. In qualità di ospiti d’onore saranno presenti Livio Treta (presidente C.O.N.I.Viterbo),  Sandrino Aquilani (sindaco del comune di Vetralla), Elio Ferri  (assessore allo sport del comune di Vetralla),  Andrea Di Luisa (campione italiano pugilato), Renato Sini (pluricampione del mondo di combattimento),  Piermaria Cecchini (attore). Questa esibizione nasce da un’idea della Commissione “Vita Comune” del Consiglio Pastorale Parrocchiale  promossa da  Gennaro Giardino e Renato Sini, che vuole dare rilievo a quegli sport considerati violenti ma che, al contrario, insegnano valori basilari come il rispetto, l’educazione, la lealtà, l’amore per la verità e l’umiltà. Il tutto, a dimostrazione di come uno sport con un confronto diretto, con il proprio avversario, non è altro che un modo di oltrepassare le proprie paure e mettersi in discussione superando i limiti personali. L’evento ha il patrocinio del C.O.N.I. , del comune di Vetralla (VT) e della Comunità Montana Monti Cimini.

STRISCIA VETRALLA

Giornale SFEG n.4

Giornale SFEG con allegato il calendario degli eventi relativi ai mesi di marzo e aprile  2012, periodo molto importante nella vita della Comunità Cristiana .

Ormai non è più un tentativo! è una certezza!

DA NON PERDERE!

Clicca qui per leggerlo o per farne una copia da condividere in famiglia.

Domenica 19 febbraio ‘Tutti a Viareggio’

DOMENICA 19 FEBBRAIO 2012
ORGANIZZIAMO UNA GITA PARROCCHIALE
A VIAREGGIO PER ASSISTERE ALLA
SFILATA DEI CARRI DI CARNEVALE
E UTILIZZARE I PROVENTI
PER LA RIPARAZIONE DEL TETTO DELLA CHIESA
PROGRAMMA:
ORE 06,30 PARTENZA DAL PIAZZALE COOP
ORE 06,35 PARTENZA DAL SEMAFORO DEL MATTATOIO
ORE 08,30 SOSTA LUNGO IL PERCORSO
ORE 11,30 ARRIVO A VIAREGGIO
ORE 13,00 PRANZO IN RISTORANTE
ORE 14,30 INGRESSO AL CIRCUITO DELLA SFILATA
ORE 17,30/18,00 PARTENZA PER IL RIENTRO
ORE 20,00 SOSTA,
ARRIVO A VETRALLA ALLE 23,30 CIRCA.

MENU’ DEL PRANZO:
ANTIPASTI: muscoli ripieni-baccalà marinato–capesante gratinatemousse di cernia-acciughe alla viareggina
PRIMI PIATTI risotto alla marinara – paccheri agli scampi
SECONDO frittura di pesce e patate fritte
— vino – acqua – dolce – caffè.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE:
€ 75,00 COMPRESO

BUS GT A/R
PRANZO
BIGLIETTO DI INGRESSO ALLA SFILATA

PRENOTAZIONI CON ACCONTO
DI € 25,00 PRESSO:
  • Parrocchia
  • Don Lamberto
  • Bizzarri Giancarlo
  • Latini Giancarlo

 

Vedi locandina

La Befana della Croce Rossa

Il 6 gennaio presso la Sala del Centro Giovanile SS. Filippo e Giacomo si festeggerà l’arrivo della Befana. L ‘iniziativa è della:

Croce Rossa di Viterbo Gruppo di Vetralla.

A tutti i bambini verrà offerto un dono!

La manifestazione avrà inizio alle ore 15.30.

Accorrete gente!!

Giornale SFEG n.3

Giornale SFEG con allegato il calendario degli eventi dal 01 gennaio 2012 al 29 febbraio 2012.

Come promesso siamo già al n.3!

DA NON PERDERE!

Clicca qui per leggerlo o per farne una copia da condividere in famiglia.

Cari genitori…..

Non dimentichiamo troppo presto la Parola del Vescovo Lino

Non dimentichiamo troppo presto la Parola del Vescovo Lino

Non lasciamo cadere l’entusiasmo e la gioia

***

1. Avere a Cuore il Regno di Dio

Il Vangelo che leggiamo in questi giorni ci parla spesso di accogliere – vegliare – aspettare – attendere.

Come accogliere? “se non diventerete … come bambini …”  accoglienti … non entrerete.

I bambini attendono tutto dagli adulti. Attendiamo –  Accogliamo dal Signore!

E’ bello essere credente.

2 . L’identità da Cattolica sta diventando genericamente Cristiana.

Non si può, con il Vescovo Lino, rimanere spettatori: o diveniamo Protagonisti secondo le capacità e le possibilità di ognuno, o non saremo nulla nella crescita per il Regno di Dio.

Non dobbiamo tornare indietro a tempi passati: è impossibile e irragionevole.

Dobbiamo guardare avanti; è il futuro … come un continuo presente.

Allora cosa fare?

a.  Coinvolgere gli Adulti della Comunità: noi adulti dobbiamo  Presenza – Collaborazione – Corresponsabilità, in modo Progressivo.

Sono anni che cerchiamo di farlo, e sta progredendo, ma lentamente.

Spesso ci muove il desiderio di non far sapere agli altri,

di non comunicare con gli altri. Occorre Cambiare: ci deve muovere il far sapere e conoscere.

Mi vergogno di mostrare la mia fede, di farmi vedere che so stare credente in chiesa, credente per strada e al lavoro, credente a scuola?

Ecco che cosa significa Chiesa non clericale. Non solo rituale. Non solo celebrante!

Fieri di essere quello che siamo. Fieri anche di fronte agli altri per il cammino che abbiamo seguito, per  la strada che abbiamo percorso:  giusta!

Ma, il Vescovo, ci ha detto: Quando ritornerò fra voi mi dovrete dire: ecco i nostri genitori, madri, padri. Ce ne siamo a disposizione più di quanto ci è necessario, anche per soccorrere altre comunità!

Questo abbiamo appena iniziato a farlo, ma deve essere, e forse è, nei nostri desideri!

 

E rivolgerci  e rivolgere domande senza timori:

Chi vuole essere con noi? Chi vorrai essere? Ci vediamo domenica prossima? Noi genitori ci siamo? O: Perché noi adulti, noi genitori,  non ci siamo?

Dobbiamo domandare ad adulti e ai ragazzi e dobbiamo insegnare a dare una risposta.

b. Coinvolgimento degli Adulti come Famiglia:

il Vescovo Lino, domenica 6, ce l’ha ripetuto:

la Chiesa deve divenire Famiglia delle Famiglie  di Dio.

Se vi ricordate già nel 2010 avevamo meditato, pregato, scritto su:

La Chiesa: Famiglia di Famiglie, Famiglia di Comunità, Individui sparsi?

E avevamo risposto: Famiglie della Famiglia di Dio.

Come agganciare la Famiglia?

Una comunità cristiana adulta, che sia coerente nella fede, evangelizza per contatto.

Dobbiamo far diventare il Catechismo dei ragazzi – Catechismo della famiglia.

(Il Catechismo dei ragazzi e dei giovani, come stiamo provando a fare,  ne è un esempio: Compito per i genitori nel Quizzone e  Riunioni Genitori – Figli). Il Catechismo è più a servizio della famiglia che dei ragazzi. L’Iniziazione alla Vita Cristiana degli Adulti comincia da qui.

“Se noi, ogni anno, quando terminiamo i corsi di catechismo, avessimo il 3% o 5 % delle adesioni che divengono continue e rimangono ancorate alla parrocchia … avremmo risolto il problema! (Parole del Vescovo Lino).      Questo anno ne abbiamo di più

3. Il traguardo iniziale o intermedio?

Rendere la vita cristiana una meta possibile alle persone semplici, di buona volontà, per partecipare al Regno di Dio

vivendo con gioia ed entusiasmo, insieme, nella Chiesa di Dio.

Avere a Cuore il Regno di Dio … dove sta il nostro cuore?!

ingrandirò i magazzini e dirò: fatti una bella vita … o una vita bella?!

Il pensiero per i genitori e per i figli …

Chi ci sta?!

I genitori trovino tempi liberi per i ragazzi:

I ragazzi … non giocano più … e ne hanno necessità … non bastano le scuole di calcio, di pallavolo, di danza … di canto e tutte quelle che vogliamo inventare.

Far diventare i nostri ragazzi … contenti … di quello che facciamo noi, di quello che proponiamo loro. … Li vorremmo far diventare musoni?!

 

Serve loro tempo per giocare … liberamente … e capire che si viene in parrocchia perché è bello stare insieme tra persone che amano il Signore.

E’ bello per noi stare qui!

Lode, a nome dei ragazzi, ai generosi

Un piccolo gruppo di adulti ha dato la propria disponibilità accogliendo la richiesta: disponibili ad essere presenti, per il gioco dei ragazzi e dei bambini

 

Gioco  –  Esercitazioni

Giorno Pza Franciosoni Pza Marconi Disponibili
Lunedì 15,30 – 16,30 Catechismo 

16,30 – 18,00

Calcio Wii

15,00 – 16,30 Catechismo16,30-18,00 

Canto 16,30-17,00

Calcio  PS Monopoli

Monopolino

Canto Coro 21,00-22,00

Adelmo 

Giancarlo

Cristina

Don Lamberto

Martedì 16,00 – 18,00 

Film – Musica- Teatro

Calcio  Wii

16,00 – 18,00 

Calcio PS Monopoli

Monopolino

Carmela 

Gennaro

Mercoledì 16,00 – 18,00 

Canto 15,00-16,00

Calcio 16,00 Wii

16,00 – 18,00 

Calcio PS Monopoli

Monopolino

Massimo 

Anna Bruna

Serenella Susanna

Giovedì Pianoforte 15,45-18,00 16,00 – 18,00 

Calcio PS Monopoli

Monopolino

Manuela 

Giancarlo

Venerdì 15,30 – 16,30 CatechismoCalcio  Wii 16,00 – 18,00 Calcio PS Monopoli Monopolino Rolando 

Domenico Veronica

Sabato 

Sabato

15,00 – 19,00 Canto – Ministranti 

Calcio PS Monopoli

Monopolino

Don Lamberto
Domenica 9,15-10,15 \ 11,15-13,00 

Calcio  PS Monopoli

Monopolino

Veronica 

Lidia

Don Lamberto

altri orari si aggiungeranno gradualmente in base ai partecipanti

4. Scuola di formazione: bisogna essere … gradualmente …  preparati!

Il Vescovo organizza:

a. Riunioni Catechiste

  • Giovedì 24 Novembre, ore 17,00 –  Cura di Vetralla
  • Giovedì 1 Dicembre. ore 17,00 – Cura di Vetralla
  • Giovedì 8 dicembre, ore 16,00 – Convento S. Angelo

b. Scuola di Teologia a Viterbo

Presso: Istituo Teologico “S.Pietro” via A.Diaz, 25 – 01100 Viterbo

Tutti i Venerdì (da novembre a maggio), ore 16.00 – 19.00

Materie di insegnamento:

Novembre – Dicembre 2011: Teologia biblica. Catechetica

Gennaio 2012:                                                       Filosofia. Carità

Febbraio – Marzo 2012:                         Teologia dogmatica. Filosofia. Storia della Chiesa

Aprile – Maggio 2012:                           Teologia morale. Liturgia

c. Prima dell’Immacolata iniziamo Scuola di collaborazione alla vita comunitaria attraverso:

1. Consiglio Pastorale Parrocchiale

2. Consiglio per gli Affari economici della Parrocchia

***

Spese pazze! Spese pazze?! 1. Tetti: Centro Ss. Filippo e Giacomo, piazza Franciosoni. Terrazza chiesa, piazza Marconi. Tetto sala, piazza Marconi 28.

2. Giochi ragazzi  3. Gas. Energia Elettrica … ma non è una …  tassa!

La Predicazione del Regno di Dio deve avere una verifica continua e progressiva, comprensiva e condivisa, concorde per essere efficace: questo dobbiamo e vogliamo concorrere a farlo!!

La Forza del Destino

Leggi ‘Il Giornale’ di SFEG

Leggi Il Giornale di SFEG. Per ora ‘ Numero Unico’, ma destinato a tirature più ampie!

Preparazione Calendario attività a.p. 2011-2012

Il buon risultato delle Attività del 2010-2011 ci costringe (!!)

Stiamo preparando il Calendario di tutte le attività per l’anno pastorale 2011-2012.

Attendiamo suggerimenti e correzioni sulla base del Calendario degli anni passati.

Attendiamo proposte che vadano oltre il Calendario 2011!

La novità più importante, per l’anno prossimo, sarà l’apertura dei locali parrocchiali tutti i giorni della settimana.

Novità conseguente a questa: la necessità della presenza di molti collaboratori!

Utilizzate lo spazio “Commenti” per inviare:

commenti, comunicazioni, proposte, suggerimenti, disponibilità di tempo e di persone riguardo al programma delle attività per il 2011-2012.

Abbiamo sviluppato ormai un modello di partecipazione delle famiglie alla attività pastorale sulla

Educazione e Formazione alla Vita Cristiana

per le famiglie rimane importante trovare soluzioni, ormai stabili, per le esigenze di vita spirituale e culturale, ma anche di gioco e di amicizia.

Da settembre vorremmo tenere aperti i locali parrocchiali tutti i giorni:

un giorno per le attività catechistiche di studio (Catechismo),

gli altri giorni per trovarci insieme in varie attività.

Per riuscire a far questo occorre la partecipazione di molti, e, meglio, di tutti.

I locali di piazza Franciosoni, 13 saranno riservati più per attività culturali. Sarà facile, per le attrezzature che abbiamo, svolgere attività di proiezione,  di ascolto,  di teatro, attività musicali. Sarà facile anche svolgere attività per un aiuto scolastico, ecc…

I locali di piazza Marconi, 28 saranno riservati in alcuni momenti per riunioni, ma generalmente per attività di carattere ricreativo.

Per queste attività e per altre abbiamo bisogno di adulti che svolgano un turno di presenze (non obbligatorie e necessarie, ma sempre garantite attraverso la collaborazione di molti).

Chiediamo la disponibilità di genitori, zie, zii, nonni, suocere, nuore e chi più ne ha, più ne metta!!

Non chiediamo un responsabile,

ma una comunità di persone responsabili della educazione e formazione alla vita cristiana.

L’impegno potrà andare dalla semplice presenza fisica fino a tutto ciò che potremmo inventare.

Impegno  libero sia per il tempo che si può mettere a disposizione della comunità, sia per il tipo di assistenza e aiuto da svolgere.

Il tempo dell’impegno può andare da mezz’ora in un mese ad un’ora al giorno: dipende unicamente dalle possibilità e disponibilità di ognuno.

Non è detto che debba essere un impegno fisso: potrà essere preso anche volta per volta, ma, attraverso la partecipazione di molti, sicuro.

Molto altro ci si può attendere dalle proposte di ognuno.

Anche in base alle proposte dobbiamo impostare il Calendario 2012

Utilizzate lo spazio “Commenti” per inviare:

commenti, comunicazioni, proposte, suggerimenti, disponibilità di tempo e di persone riguardo al programma delle attività per il 2011-2012.

Una Redazione per www.sfeg.it

sarà necessario corollario alle proposte precedenti

coordinata da Adelmo Frateiacci.

Giovani di belle speranze, ragazzi con il pallino informatico,

adulti ingegnosi: aspettiamo la vostra partecipazione e collaborazione.

Giovani a Vetralla

Lunedì 9 maggio alle ore 21.00 presso la chiesa dei Ss. Filippo e Giacomo in piazza Marconi n. 31 a VETRALLA

Sito Famiglia Cristiana
  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprova più tardi.