Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Avvisi Parrocchiali

 

contro il bullismo

 

La formazione del cuore

(Dall’intervento di S. E. Mons. Lorenzo Chiarinelli, Vescovo di Viterbo,

Scuola Primaria di Vetralla -10-5-2006)

 

Tutti abbiamo bisogno di umanità, della attenzione del cuore.

Perché?

 

La VITA è realtà educativa, formativa.

Di chi? Della Persona.

Tutti parliamo della persona. Ma la persona che cosa è?

Certo è una realtà pensante; ma non è solo realtà pensante in quanto tale; è anche realtà relazionale: nessun uomo è un’isola. L’uomo non può essere da solo.

Basterebbe fare una riflessione, anche solo biologica:

se nasce un animale, anche da solo, se la cava.

L’uomo se nasce ed è abbandonato, muore. Un uomo da solo muore.

Noi siamo fatti per lo stare assieme. Le definizioni di solidarietà dei bambini sono istruttive. La società educa: educhiamo la mente, il corpo.

Dobbiamo essere grati alla attenzione che si pone ad ogni forma di educazione.

 

Ma il cuore chi lo educa?

 

Diceva Giovanni XXIII: il cuore è il bene dell’uomo più prezioso

Ci siamo accorti che nell’età tra l’adolescenza, la giovinezza e subito dopo nei nostri ragazzi e ragazze sta avvenendo la strage dei sentimenti .

Ci accorgiamo che dentro le realtà più belle, quella della giovinezza, della famiglia, dei rapporti interpersonali stanno avvenendo le tragedie più grandi dei nostri giorni.

Questo ci deve fortemente interpellare perché indica che l’educazione della mente, del corpo  va bene.

 

L’uomo, diceva già Aristotele, è un vivente che pensa … e il cuore?

 

Educare il cuore significa prima di tutto imparare a sentire:

noi diciamo il sentimento che non è una parte piccola della persona.

 

Non c’è nessuna epoca della storia che sappia meno sull’uomo dell’epoca contemporanea ( Martin Heidegger)

 

 

Il sentire non è una parte marginale della esperienza.

 

Si cita S. Francesco…con lui potremmo citare gli artisti, i poeti, la musica…Il mondo delle varie espressioni artistiche: che cosa è se non il trionfo di questa realtà che l’uomo esprime nel suo più profondo?

 

La parola Cuore non è solo un fatto sentimentale;

la parola Cuore sta ad indicare la profondità dello spirito

laddove la persona è autenticamente se stessa:

questo è il cuore.

Non è come lo sveliamo nelle decorazione e i disegnini degli innamorati.

Il cuore è laddove la persona è se stessa. E’ questo, Sentire.

Noi questo non lo curiamo.

Un ragazzo, anche un adulto, oggi, riesce a compiere un delitto e poi essere tranquillo e andare al bar…Seguita ad agire come se nulla fosse…

Questo non capita neppure in una foresta tra le belve.

E’ segno che il cuore non c’è:

il sentire, la relazione, il rapporto con gli altri mancano.

 

Noi  su questi valori dobbiamo investire molto

 Noi non educheremo mai la persona

se non la educheremo nell’insieme delle sue dimensioni:

il pensare,

ma anche il sentire,

la relazione,

la libertà.

Attenzione: Questa riunione fa anche parte del ”ritiro” di preparazione alla Celebrazione della Confermazione dei Giovani di Vetralla (insieme ad altre che seguiranno, specificamente per questo).

Avviso Parrocchiale

Parrocchia Ss. Filippo e Giacomo

 

  1. Festa della Madonna del Carmelo

Associazione Portatori e Sorelle della Madonna del Carmelo.

 

RICORDARSI: 6 aprile Mercoledì,

  1. Messa ore 18,00.

Ore 18,30: Riunione per Portatori e Sorelle.

O.d.G.: Preparazione Manifesto della Festa di Maggio

e soprattutto: impegni personali per la festa.

Nessuno degli associati sia assente.

E’, forse, possibile anche la prova del trasporto della Macchina processionale, con la nuova base allargata, della Statua della Madonna del Carmelo.

E’ necessario, per tale occasione, che chi ha piacere di far parte della Associazione Portatori (se non l’ha già fatto), trasmetta in parrocchia, oltre ai nomi ed indirizzi, anche la sua altezza, per terminare la formazione delle squadre.

 

Nota: per far parte della Associazione Portatori e Sorelle l’unica condizione da soddisfare è aver piacere di essere devoti a Maria, Madre di Gesù.
Il traguardo da raggiungere: otto squadre; composte, ognuna, di otto persone.

 

  1. Domande di Iscrizione ai GR.uppi EST.ivi 2016, presso Parrocchia Ss. Filippo e Giacomo, Vetralla,

Si possono presentare dal 1° Aprile al 30 Aprile. Il Calendario Gr. uppi Est. ivi :

Martedì 26 Aprile, ore15,30, Riunione Animatori: Sala piazza Franciosoni

Lunedì Maggio2, ore 15,30: Formazione delle squadre (4); ordinazione divise (colori e misure)

30 Maggio: pomeriggio di Giochi e Sport presso la Villa Comunale “P. Canonica” a partire dalle ore 15,00

31 Maggio Festa-Spettacolo a Conclusione Anno Catechistico e come Inizio Gr.uppi Est.ivi dalle 18,00 in piazza G. Marconi.

La Domanda di partecipazione deve essere presentata presso la Parrocchia (Anche per via E-Mail all’indirizzo: parrocchia.sfeg@gmail.com)

I moduli  si possono avere in Parrocchia

e si trovano anche su www.sfeg.it

I Commenti sono chiusi

Sito Famiglia Cristiana
  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprova più tardi.