Get Adobe Flash player

3-12-2017 Domenica I Avvento b

2017-12-3 Domenica I Avvento b

L’emozione del primo incontro: “Se tu squarciassi i cieli e scendessi!”.

1. I nostri atti di giustizia sono avvizziti come foglie portate via dal vento.

Signore, non lasciare indurire il nostro cuore, cosi che non ti tema.

Tu, Signore, sei nostro padre, tutti noi siamo opera delle tue mani. Nessuno, fuori di te, ha mai fatto tanto per chi confida in lui. Signore, vieni a salvarci. Aiutaci a tornare da te.

Fratelli,

Rendo grazie continuamente al mio Dio per voi, a motivo della grazia di Dio che vi è stata data in Cristo Gesù, perché in lui siete stati arricchiti di tutti i doni, quelli della parola e quelli della conoscenza. La testimonianza di Cristo si è stabilita tra voi così saldamente che non manca più alcun carisma a voi.

2. Che cosa dobbiamo fare?!

Vegliate, in attesa del momento di Dio. Praticate con gioia la giustizia. Fate che non vi trovi addormentai: Dio, sempre degno di fede, vi renderà saldi sino alla fine,

Non siete chiamati a “fare” qualcosa: ma ad uno stato di vita da possedere, ad un modo di “essere”, di “amare”.

Nota importante:

Veniamo in chiesa e alla S. Messa per essere segno efficace della presenza di Gesù Cristo nella Storia. Storia Nostra e Storia di tutta la Chiesa.

Questo lo crediamo con il cuore, lo manifestiamo con la parola, lo facciamo conoscere con la parola e con i gesti.

Il primo segno che siamo chiamati a compiere:

essere Tutti Riuniti Insieme nel giorno della Risurrezione di Gesù Cristo.

A. La presenza in chiesa prima dell’inizio della S. Messa è necessaria per educazione; è anche utile anche per poter meglio organizzare la proclamazione della Parola di Dio, il portare Doni all’offertorio o compiere altri gesti.

B. Abbiamo iniziato a fare regolarmente nella Messa la Processione dell’Offertorio.

Questa serve per portare all’altare i doni necessari alla celebrazione: il Pane e il Vino ed anche i doni per la Comunione Fraterna.

Chi deve fare la processione offertoriale? Chi ha doni da portare.

Ricordiamo che:

La Comunità riunita, rappresentata da alcuni fedeli, porta al sacerdote, gli elementi che Gesù usò nell’Ultima Cena. Idealmente siamo tutti noi che portiamo il pane e il vino.

Non sono, quindi, i bambini che debbono eseguire la Processione, ma alcuni rappresentanti (Bambini o Adulti) di tutta la Comunità.

Alcune catechiste, nella Messa di oggi, alle ore 11,00, come mamme insieme ai figli, in rappresentanza di tutta la Comunità riunita, andranno all’altare con alcuni bambini per insegnare che l’offertorio è la processione delle Famiglie della Famiglia di Dio, composte da Padre, Madre, Figli; eseguono questo segno nella speranza che le prossime domeniche lo eseguano alcuni adulti insieme ad alcuni bambini.

I Commenti sono chiusi

Sito Famiglia Cristiana
  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprova più tardi.