Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Popolo di Dio con Portatori e Sorelle

logo_sfeg

Popolo di Dio con Portatori e Sorelle

(quasi un verbale, da parte della Comunità Parrocchiale, della riunione tenutasi in chiesa S. Antonio Abate, piazza G.Marconi, Vetralla per il Popolo di Dio con Portatori e Sorelle il 1° ottobre, mercoledì, – alle ore 19,00 – quando era più forte il temporale ed eravamo in tanti ad esser presenti!).

Per coloro che non son potuti intervenire:

S. Maria del Carmelo

Un Popolo di Dio in cammino

(I testi in corsivo sono tratti da “Noi come cittadini, Noi come popolo” e “Dio nella città” di Papa Francesco)

Noi come Cittadini noi come Popolo

Dio nella Città

Noi e la Città: Pagina 41: “La fede migliora la città. Sto forse dicendo che la fede, di per sé migliora la città?

Sì. Perché Dio, che vive nella città, ci accompagna e mostra sentieri in avanti, più che giudicare il passato”.

 

a. Siamo contenti di questa città?

La Nostra Città è migliorata?

Se non siamo contenti: se siamo noi a rendere sbagliata la Città di Dio, l’azione che compiamo o è sbagliata,

o non è sufficiente per raggiungere risultati. Non interessano le colpe: interessa scoprire cosa è necessario

cambiare.

 

b. Siamo fieri della Processione nella festa della Madonna? … ma si può migliorarla?

Sicuramente si: allora trasformiamo le nostre considerazioni in proposte concrete, su come la vorremmo migliorare.

1. Migliorare la Processione, migliorando la vita. Migliorare la vita, migliorando la Processione.

2. Realizzare una Processione per la Festa della Madonna del Carmelo nella quale si veda

il Popolo di Dio come protagonista e non come semplice partecipante o spettatore.

3. Considerare la Processione come mezzo di testimonianza: far vedere alla città come vive un cristiano

 

Tutto questo vorrebbe portare tutte le persone della Parrocchia (e non) ad essere protagoniste in una Vita vissuta con fede e ad essere protagoniste nella Processione.

Protagonista: = attore principale

1- portatore di proposte costruttive per la comunità,

2- realizzatore delle stesse.

 

Dal protagonismo della Processione al protagonismo nella Vita Cristiana.

Dal protagonismo dell’individuo al protagonismo del Popolo di Dio: (non del popolo: ce ne riempiamo la bocca … sono solo chiacchiere.

Quando sono solo chiacchiere è populismo; se divengono fatti, atteggiamenti, testimonianza è teologia del Popolo di Dio).

Trasformiamo le chiacchiere in fattibilità e partecipazione.

Non credo che possa esistere un popolo capace di costruire pace e giustizia se non è Popolo di Dio.

Se non è Popolo di Dio quando “andrà in Comune” andrà sempre per suoi fini personali ed egoistici.

Tutto questo non è pia illusione: se riusciremo a fare una Processione diversa sarà perché saremo riusciti

a creare coscienze diverse negli “Individui” che diventano “Popolo”

Dal protagonismo di una persona e di un giorno, al protagonismo di tutti e di tutti i giorni

Chi la prossima riunione del 5 novembre presenta gli argomenti?

Possiamo iniziare subito e non a chiacchiere a risolvere i problemi che, fondamentalmente sono di ordine educativo?

ottobre:        

  Noi come cittadini Noi come Popolo Pagina 35: L’Individuo da esaltare o il Popolo da costruire?!

“Io penso, Io ritengo, Io credo … : individualismo libertino, edonistico consumistico; per queste persone non c’è legge etica o morale.

Un cittadino Asociale e Amorale.

Pagina 36: Dobbiamo recuperare questo cittadino individuale per fargli capire l’importanza della vita sociale, collettiva, strutturale, comunitaria.

Pagina 84: Ogni persona divenga credente non solo nella fede, ma anche nella possibilità dello sviluppo.

Pagina 82: Lo Stato e la Società devono creare le condizioni sociali atte a promuovere e tutelare i diritti e a consentire a tutti di essere costruttori del proprio destino.

                                   Ma … chi è lo Stato, chi è la società?!

 

La divisione in una comunità cristiana è un peccato gravissimo, è opera del diavolo.

C’è la tendenza a mettere al centro noi stessi e le nostre ambizioni personali. Questo è molto umano, ma non è cristiano.

Quando in una società manca Dio, anche la prosperità è accompagnata da una povertà spirituale terribile.

Cari giovani, ascoltate dentro di voi: Cristo bussa alla porta del vostro cuore.

Maria, donaci la grazia di essere gioiosi nella libertà dei figli di Dio.

Gesù è il Buon Pastore. Ci cerca e ci sta vicino anche se siamo peccatori, soprattutto perché siamo peccatori.

 

Organizzazione della Processione:

Alcune proposte:

Le Sorelle con lo Stendardo della Madonna, con il distintivo, con fazzoletto o velo. insieme in gruppo.

I Portatori con lo Stendardo dei Portatori , nuovo distintivo grande e fascia.

Portatori: Squadre e Cambi organizzati in precedenza.

Bambini con il vestito della Messa di Prima Comunione con Croce e Candele precedono la Processione.

Seguono Gruppi o Associazioni, in fila, ordinati, già prima dell’inizio della Processione, con il proprio Stendardo.

Altri eventuali con il loro Stendardo

Apostolato della Preghiera con lo Stendardo del Sacro Cuore

La Banda con lo Stendardo della Banda.

Araldi di Viterbo con il loro Stendardo.

 

Da preparare:

Aste per Stendardi più leggere. Cavalletti in legno per le tre soste di meditazione.

Meditazione: Piazza Umberto, Piazza Vittorio Emanuele II, Chiesa delle Murelle

Silenzio, Preghiera, Canti.

Non chiacchiere (nemmeno da parte del prete)

Persone che dirigono Processione con Radiofrequenze.

Invito a Giovani.

Norme per la Processione:

Con lo Stendardo della Fiorita: i Vincitori del I° Premio solo Fiori dell’anno precedente.

Vicino lo Stendardo almeno un rappresentante di ogni disegno,

al passaggio della processione tutti quelli che hanno fatto il disegno si accodano vicini.

 

Per il prossimo incontro del 5 novembre 2014 in chiesa alle ore 18,30:

Venire con proposte perché la Processione del prossimo anno sia organizzata insieme e abbia la bella caratteristica del Popolo di Dio in cammino

 

Questo è il programma che abbiamo affrontato il 1 Ottobre , una serata serena soprattutto dal punto di vista meteorologico, anzi vorrei ringraziare tutti coloro che sono stati presenti, comunque numerosi, viste le premesse.

Vostre proposte di ieri:

– Utilizzare comunque un “Processionale” per organizzare l’andamento della Processione, in questo caso ci       vorrebbe qualcuno che si propone e si esercita all’utilizzo

– Non spostare l’orario dei prossimi incontri alle ore 17 ma preferibilmente alle 18,30, per dar modo a coloro che lavorano di partecipare.

Vostre proposte prossimo incontro:

sarebbe bello se ognuno presentasse la sua:

impostiamo la Processione come mezzo di testimonianza: per far vedere alla città come vive un cristiano.

I Commenti sono chiusi

Sito Famiglia Cristiana
  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprova più tardi.