Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

22-1-2017 Domenica III T.O. a

2017-1-22  Domenica III T.O. a

Il Regno dei cieli è qui.

In passato il Signore umiliò la terra, ma ora Il popolo che abitava nelle tenebre vide una grande luce.

Fratelli: Il Regno dei cieli è qui.

Vi esorto, fratelli, per il nome del Signore nostro Gesù Cristo, a essere tutti unanimi nel parlare, perché non vi siano divisioni tra voi, ma siate in perfetta unione di pensiero e di sentire perché so che tra voi vi sono discordie.

È forse diviso il Cristo?

Cristo non mi ha mandato a battezzare, ma ad annunciare il Vangelo,

non con sapienza di parola, perché non venga resa vana la croce di Cristo. 
Perciò: «Convertitevi, perché il regno dei cieli è qui». Gesù percorreva tutta la Galilea, annunciando il vangelo del Regno; vide due fratelli, Simone, chiamato Pietro, e Andrea suo fratello. E disse loro: «Venite dietro a me, vi farò pescatori di uomini».

Ed essi subito lasciarono le reti e lo seguirono.

Settimana  di preghiera per l’unità dei cristiani 
L’amore di Cristo

ci spinge verso la riconciliazione

(cfr. 2 Corinzi 5, 14-20)

Gli otto giorni e la celebrazione ecumenica

“L’amore del Cristo infatti ci possiede; e noi sappiamo bene che uno è morto  per tutti, dunque tutti sono morti.  Ed egli è morto per tutti, perché quelli che vivono  non vivano più per se stessi, ma per colui che è morto e risorto per loro.  Cosicché non guardiamo più nessuno alla maniera  umana; se anche abbiamo conosciuto Cristo alla maniera  umana, ora non lo conosciamo più così.  Tanto che, se uno è in Cristo, è una nuova  creatura; le cose vecchie sono passate; ecco, ne sono nate di nuove.

Tutto questo però viene da Dio, che ci ha riconciliati  con sé mediante Cristo e ha affidato a noi il ministero della riconciliazione.  Era Dio infatti che riconciliava a sé il mondo in Cristo, non imputando agli uomini le loro colpe e affidando a noi la parola della riconciliazione.  In nome di Cristo, dunque, siamo ambasciatori: per mezzo nostro è Dio stesso che esorta. Vi supplichiamo in nome di Cristo: lasciatevi riconciliare con Dio”.

 

Primo Giorno: Uno morì per tutti
Secondo Giorno: Vivere non più per se stessi
Terzo Giorno: Non considerare più nessuno con i criteri di questo mondo
Quarto Giorno: Le cose vecchie sono passate
Quinto Giorno: Tutto è diventato nuovo
Sesto Giorno: Dio ha riconciliato il mondo con sé
Settimo Giorno: L’annunzio della riconciliazione
Ottavo Giorno: Riconciliàti con Dio

 

I Commenti sono chiusi

Sito Famiglia Cristiana
  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprova più tardi.