Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

2-7-2017 Domenica XIII T.O.a

2017-7-2 Domenica XIII T.O.a

Questione di Linguaggio?

Il Linguaggio parla come il Cuore sente!

Ci facciamo conoscere per come parliamo, compiamo gesti, viviamo: tutto è Linguaggio.

Smettere di parlare la lingua del mondo per cominciare a parlare la lingua del Vangelo.

 

Il Vocabolario del Vangelo

 

  1. Preghiamo per essere pronti a far dono della nostra vita (non della nostra morte).

Quando parliamo: alle parole dare la vita” attribuiamo significato di “Morire”!!!!

Ma il significato è:

«L’anno prossimo, in questa stessa stagione,

tu terrai in braccio un figlio».

“Dare la vita” è: “Dare la vita”; “vivere per”; non: “ morire”.

 

Perciò è bello pregare dicendo:  Canterò senza fine le grazie del Signore, con la mia bocca annunzierò la tua fedeltà nei secoli, perché hai detto: «La mia grazia rimane per sempre».

Cari “Fratelli, quanti siamo stati battezzati in Cristo Gesù, siamo stati battezzati nella sua morte.

Per mezzo del battesimo siamo dunque stati sepolti insieme a lui nella morte”.

Capaci di morte perché capaci di risurrezione:

altri pensano che, attraverso la morte, si giunge alla vita (Kamikaze- Bombaroli vari);

i Credenti (Noi?!): attraverso la Vita giungiamo alla Vita.

perché “come Cristo fu risuscitato dai morti per mezzo della gloria del Padre e vive per sempre,

così anche noi” camminiamo in una vita nuova. di continua risurrezione (viviamo per sempre) .

Noi siamo “stirpe eletta, sacerdozio regale, nazione santa”.
Proclamiamo, dunque, le “grandezze di Dio, che ci ha chiamato dalle tenebre all’ammirabile sua luce”.

Quale è la nostra dignità?

E quale comprensione e senso abbiamo della nostra dignità?!

 

  1. «Chi ama il padre o la madre “più di me” (contrapponendo me alla madre – madre in  alternativa a me) non è degno di me; chi ama il figlio o la figlia “più di me”(in alternativa a me) non è degno di me”.

Madre, Padre, Sorella, Fratello, Famiglia non sono alternativi a Cristo Gesù: se diciamo “più di” mettiamo Gesù al di fuori della Comunità di Amore costituita, nello stesso modo, da Gesù Cristo con Padre, Madre, Sorella, Fratello ecc…

Ma “Chi accoglie un profeta come profeta, avrà la ricompensa del profeta, e chi accoglie un giusto come giusto, avrà la ricompensa del giusto. 

E chi avrà dato anche solo un bicchiere di acqua fresca a uno di questi piccoli,

perché è mio discepolo,

(io dico: non “perché ha sete”) in verità io vi dico: non perderà la sua ricompensa».

Spesso nei nostri – vostri discorsi è: perché ha sete!

Nostra vocazione è l’Amore ed anche l’Elemosina; non siamo, però, un ente sociale assistenziale.

Nemmeno la Caritas lo è …

 

Siamo il Popolo di Dio che rivolge lo sguardo al Cielo

per ricrearlo, già oggi, anche in Terra.

 

L'articolo scade alle 4:15pm di Tuesday August 8th, 2017

I Commenti sono chiusi

Sito Famiglia Cristiana
  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprova più tardi.