Get Adobe Flash player

Domenica VII T.O. 19/02/2017

2017-2-19 Domenica VII T.O.a
Tutto è vostro! Ma voi siete di Cristo e Cristo è di Dio.

Siate santi, perché io, il Signore, vostro Dio, sono santo.

Chiedere perdono:

Santo è il tempio di Dio, che siete voi.

Nessuno, però, si illuda. Se qualcuno tra voi si crede un sapiente in questo mondo, si faccia stolto per diventare sapiente, perché la sapienza di questo mondo è stoltezza davanti a Dio.

 

La Parola di Dio, per mezzo di Gesù, chi la osserva, in lui l’amore di Dio è perfetto: «Avete inteso che fu detto: “Occhio per occhio e dente per dente”?.

Ma io vi dico di non opporvi al malvagio; anzi, se uno ti dà uno schiaffo sulla guancia destra, tu pórgigli anche l’altra.

Ed è questa la via della perfezione:

la perfezione tua renderà perfetto tuo fratello.

Se la Parola, in te, diviene Parola di Dio, convertirà e cambierà il fratello.
“Ma, per questo, io vi dico: affinché siate figli del Padre vostro che è nei cieli amate i vostri nemici e pregate per quelli che vi perseguitano.

Se amate quelli che vi amano, quale ricompensa ne avete?

Anche i malvagi amano i loro amici.

Voi, dunque, siate perfetti come è perfetto il Padre vostro celeste».

 

Preghiera: apri il nostro cuore al dono del tuo Spirito e spezza le catene della violenza e dell’odio, perché nella vittoria del bene sul male testimoniano il tuo vangelo di riconciliazione e di pace.
    
Al Padre nostro:

Come è tenero un padre verso i figli,

così il Signore è tenero verso quelli che lo temono.

 

Rendere grazie perché:

Il Signore non ci chiede di essere stupidi e deboli.

Ci chiede, nella nostra bontà forte, furba e sapiente, di convertire i fratelli.

Benedici il Signore, anima mia, non dimenticare tutti i suoi benefici.
Misericordioso e pietoso è il Signore, lento all’ira e grande nell’amore.
Non ci tratta secondo i nostri peccati e non ci ripaga secondo le nostre colpe.

Avvisi

Sabato 25, Domenica 26, all’offertorio: dono delle Palme d’olivo del 2016.

Mercoledì 1: Mercoledì delle Ceneri

Giovedì 2: Messa alle 8,30; al pomeriggio in sala piazza Franciosoni

Avviso per le Benedizioni Pasquali

Avviso per le Benedizioni Pasquali

La Benedizione Pasquale delle Famiglie e delle Case inizia il Mercoledì delle Ceneri, 1° Marzo 2017, al mattino e si conclude il Mercoledì Santo, 12 Aprile, al mattino.

Le Benedizioni, come nel 2016, si terranno per prenotazione.

La prenotazione è bene che sia presa direttamente con don Lamberto (sarà lui a benedire).

Per facilitare il calendario delle Benedizioni si può cercare di organizzarsi anche per palazzi e vicinati.

Il motivo di questa iniziativa: quando viene il Sacerdote siano presenti i componenti della famiglia (nella misura in cui è possibile).

Non si deve aver timore di chiamare don Lamberto più di una volta nel medesimo palazzo o vicinato.

La prenotazione può esser concordata anche via E-Mail o per via telefonica.

E’ necessario nella prenotazione segnare attentamente nomi , indirizzi, numeri telefonici.

E-Mail: parrocchia.sfeg@gmail.com

Telefono: o761 477144

Cellulare: 339 2353031

12-2-2017 Domenica VI T.O.a

2017-2-12 Domenica VI T.O.a

 Avvisi: In preparazione alla giornata del 2 Marzo ci piace, al termine della Messa, chiedere di rimanere qualche minuto per una comunicazione da parte del personale della Stazione dei Carabinieri di Vetralla.

Verranno anche distribuiti  volantini sugli aiuti che possono ricevere, soprattutto gli anziani, per le  truffe che subiscono.

A chi segue le E-Mail parrocchiali comunichiamo testi e immagini in allegato.

Prenotare benedizione pasquale delle famiglie

2 marzo Messa al mattino e al pomeriggio Sala ore 16,00

 

Oltre la Legge: vive l’Amore

Che ogni giornata inizi con un abbraccio:

il mondo andrà meglio.

Ma io vi dico”: (la Parola di Gesù è ben diversa dalla nostra)

Quasi un esame di coscienza:

Talvolta, sottoposti all’invidia e alla gelosia, ce la prendiamo con tutto e tutti. Ma  ricordiamo: il male non esiste per una fatalità. A nessuno il Signore ha comandato di essere empio  e a nessuno ha dato il permesso di peccare. 
Gesù dice: “non sono venuto per abolire la Legge o i Profeti; ma per portare a completezza e se la vostra giustizia supererà quella degli scribi e dei farisei entrerete nel regno dei cieli”.
Se, dunque, quando vieni a Messa ti ricordi che tuo fratello ha qualche cosa contro di te, lascia lì il tuo dono davanti all’altare e va’ prima a riconciliarti con il tuo fratello e poi torna ad offrire il tuo dono.

Impariamo a cominciare ogni giorno con un abbraccio:

la nostra vita sarà migliore.

Nel saluto della Pace, nella Messa, imprimiamo questa motivazione.

 

La parola di Dio rende ragione della gloria dei credenti:

Fratelli, cerchiamo la sapienza che Dio ha stabilito per la nostra gloria, non la sapienza di questo mondo. Il Signore ci aiuterà a giungere alla sua gloria.

Per la nostra gloria “Quelle cose che occhio non vide, né mai entrarono in cuore di uomo, a noi Dio le ha rivelate per mezzo dello Spirito  che conosce bene anche le profondità di Dio”.

 

La novità del Vangelo. Parola di Dio.
E’ stato detto: “Non commettere adulterio; Non spergiurare” “Non uccidere”;

ma Gesù, nel Vangelo dice: non c’è bisogno di ripudiare né  c’è bisogno di uccidere né c’è bisogno di spergiurare per essere infedeli.

Sia, quindi, il nostro parlare sì, sì; no, no: proponiamo e facciamo il bene, piuttosto che perdere tempo nel rinnegare il male.

 

Preghiera:

Siano stabili le mie vie nel custodire i tuoi decreti.
Sii benevolo con il tuo servo e avrò vita, osserverò la tua parola.
Aprimi gli occhi, dammi intelligenza perché io consideri le meraviglie della tua legge, la custodisca e la osservi con tutto il cuore.

Benedetto sei tu, Padre: ai piccoli hai rivelato i misteri del regno dei cieli.

Giovedì 2 marzo 2017 Sala Ss. Filippo e Giacomo – Io ci sono: contro il bullismo e il disagio giovanile ‘Insieme si può’

5-2-2017 Domenica V T.O.a

2017-2-5 Domenica V T.O.a

Con trepidazione annunciamo Gesù Cristo Morto e Risorto

S. Paolo : “Io, fratelli, quando venni tra voi, non mi presentai ad annunciarvi il mistero di Dio con l’eccellenza della parola o della sapienza. Io ritenni infatti di non sapere altro in mezzo a voi se non Gesù Cristo, e Cristo crocifisso.
Mi presentai a voi nella debolezza e con molto timore e trepidazione.

La mia parola e la mia predicazione cercarono che la vostra fede non fosse fondata sulla sapienza umana, ma sulla potenza di Dio”.

Meditazione sul Vangelo:

«Noi siamo il sale della terra; ma se il sale perde il sapore, con che cosa lo si renderà salato? A null’altro serve che ad essere gettato via e calpestato dalla gente.
Noi siamo la luce del mondo; la vostra luce sia posta davanti agli uomini, perché vedano le nostre opere buone e rendano gloria al Padre vostro che è nei cieli».

Cosa dobbiamo fare, allora, fratelli?

Un Canto, un Inno di lode può uscire dalla nostra bocca e dal cuore. Spunta nelle tenebre il Signore: luce per gli uomini retti, misericordioso, pietoso e giusto.

Cosa ai primi Apostoli fu chiesto?

Se toglierai di mezzo a te l’oppressione, il puntare il dito e il parlare empio, se aprirai il tuo cuore all’affamato, se sazierai l’afflitto di cuore, allora brillerà fra le tenebre la tua luce come l’aurora.

Il Signore rimane fedele per sempre:
Davanti a te camminerà la tua giustizia,

la gloria del Signore ti seguirà.
Invocherai e il Signore ti risponderà,

implorerai aiuto ed egli dirà: “Eccomi!”.

Avvisi:

Per Sorelle e Portatori: Lunedì ore 15,00 Funerale Osvaldo Piselli

Martedì S. Messa alle ore 8,30

Ore 15,30 Riunione sul Bullismo e Cyberbullismo a Viterbo Scuola Egidi

Contro il ‘Bullismo e Cyberbullismo’

01-02-2017 Primo Mercoledì del Mese

29 – 1 -2017 Domenica IV T. O. a

2017-1-29 Domenica IV T. O. a

“Giocare all’attacco”

Dal Salmo 145: Il Signore rimane fedele per sempre, rende giustizia agli oppressi, dà il pane agli affamati.

Il Signore protegge i forestieri. (Mica è Trump!!)

 

Dalle Letture e dal Vangelo: Considerate la vostra chiamata, fratelli:

  1. Non ci sono fra voi molti sapienti, né molti potenti, né molti nobili.
    2. Ma quello che è stolto e debole per il mondo, Dio lo ha scelto per confondere i sapienti e i forti perché nessuno possa vantarsi di fronte a Dio.

Grazie al Padre voi siete in Cristo Gesù, perché, come sta scritto, chi si vanta, si vanti nel Signore.

Cercate il Signore voi, poveri della terra; voi che cercate la giustizia, cercate l’umiltà.

Osservazioni:

  1. La Giustizia di Dio è la salvezza e la liberazione del Popolo fedele.

L’ira di Dio riguarda i malvagi, e soltanto loro!

 

  1. Ogni volta che Gesù dice “Beati”  proclama la promessa per il Regno di Dio.

Beati i poveri:  non perché sono poveri, ma perché avranno il Regno dei cieli;

quelli che sono nel pianto saranno consolati; fame e sete di giustizia saranno saziate.

Il Regno di Dio, che verrà, non è quello che “verrà chissà quando e, certamente, dopo la morte”, ma quello che “adesso” inizia, perché il Regno dei cieli “è vicino”, ”è qui”.

Non “rimandare”, non “giocare in difesa”: sarebbe fare il comodo di disonesti, usurpatori, oppressori che si giovano della poca fedeltà alla promessa di Dio e della molta fedeltà alle loro illusioni, menzognere, per poter fare i loro comodi a nostro discapito. Per la presunta bontà e poca energia nel ricercare il Regno di Dio, ci ritroviamo sofferenti.
Meditazione:
Il Signore sostiene l’orfano e la vedova, ma sconvolge le vie dei malvagi.

Noi sosteniamo, almeno in parte, l’orfano e la vedova;

ma le sconvolgiamo le vie degli empi?!
Il Signore regna per sempre. Noi quando regniamo?

Il regno del mondo, per mezzo nostro, quanto diviene Regno di Dio?
E se cerchiamo applausi, apparire buoni, belli, santi e dolci davanti alla gente perché ci battano le mani … non bisognerebbe, invece, invitare a batterle al Vangelo?  

Giocare all’attacco … ma non perché ci battano le mani!

Se le batteranno lo stesso, meglio così!

 

Avviso:

Consultare il Calendario Parrocchiale. Oltre al Calendario:

Mercoledì 1 Febbraio: S. Messa ore 18,00; Noi come cittadini, Noi come Popolo ore 18,30

Tema: “Giocare all’attacco”

Giovedì, 2 febbraio, ”il tempo passa” e siamo già alla “Candelora”.

24 Febbraio, ore 16,00, Sala Ss. Filippo e Giacomo: Bullismo e Cyberbullismo.2

Relatori: Dott. Francesca De Rinaldis, Personale della Stazione dei Carbinieri di Vetralla; collaborazione di Istituto Comprensivo  Piazza Marconi, Istituto Comprensivo “Andrea Scriattoli, Vetralla.

 

Per chi possiede uno smartphone Android o Apple è possibile scaricare la App ‘SFEG ‘ da

Play Store o App Store.

Per chiarimenti e spiegazioni:

App e Sito Web sviluppati da: Frateiacci Adelmo; e-mail : a.frateiacci@adesoft.it